I fenomeni social sono ormai il perno su cui la cultura digitale impernia il suo successo.
Anche se questa potrebbe sembrare una seria citazione, in realtà è soltanto una profonda considerazione, facilmente deducibile navigando nel web, tra i canali di YouTube, le pagine di Facebook e leggendo una chat tra due o più adolescenti, ma anche tra giovani adulti.
Ma se nella costellazione virtuale si trova sempre un piccolo spazio disponibile per chiunque, solo quelli che sono destinati a diventare grandi stelle riescono a stabilizzarsi nel firmamento.

Con l’augurio che tutti possano trovare la propria collocazione naturale nel mondo, sia reale che virtuale, si spera che una duratura buona sorte sia riservata, in particolare, a chi riesce a fare della vita una divertente parodia, strappando sorrisi, risate e conquistandosi una followship fedele e in espansione.
Con questa premessa, chi viene in mente se non quei fenomeni  degli Actual e dei The Jackal, che certamente si sono guadagnati la consacrazione della loro fama tra il popolo del web? Certamente, da qualche parte nel cyberspazio si trovano molti youtuber, comici e artisti poliedrici ancora in erba che meriterebbero la popolarità di queste coppie di successo, ma oggi sono Lorenzo Tiberia e Leonardo Bocci, in arte “Actual”, e Ciro Priello e Simone Ruzzo, in arte “The Jackal” a trionfare grazie al loro talento.

 

I primi due, rispettivamente, provengono, seppur entrambe romani, dalla Cassia, zona nord di Roma, e dall’Eur Montagnola, zona sud della Capitale. Di questa celebre dicotomia hanno fatto la loro fortuna, estremizzando e ridicolizzando le credenze di chi vive la città eterna circa le differenze tra chi vive a Roma Nord e chi a Roma Sud. Spendere parole su di loro potrebbe apparire, oltre che superfluo, un oltraggio alla loro superba bravura, alla esilarante pertinenza dei contenuti che mettono in video e alla indiscutibile attualità dei temi che selezionano. La loro meritata fama nazionale è, dunque, sancita dalla corposa tiratura che le visualizzazioni registrano, per il loro talento accattivante e, al tempo stesso, per la genialità del format. Da “Romanzo Capitale” all’entusiasmante successo di “Ostia vs Fregene”, fino ad arrivare all’ultima comica intuizione “Le Università di Roma”, i due amici conosciutisi tra i banchi di scuola, non sbagliano un colpo e ne hanno per tutti.

Ma anche “gli sciacalli” non necessitano di fiumi di parole, perché dalla loro capitale partenopea conquistano seguito e consensi senza la necessità di fronzoli e orpelli giornalistici. Reduci del loro primo appuntamento cinematografico con “Addio fottuti Musi Verdi”, hanno certamente fatto breccia nel cuore degli Italiani con le loro “scommesse” durante il festival di Sanremo del 2017, quando sfidavano gli artisti presenti alla querelle canora a pronunciare una parola da loro suggerita, incoerente rispetto al contesto. Ma i due scugnizzi napoletani ci hanno fatto ridere anche con i loro cortometraggi di cui Youtube ne è il diffusore. Dalla parodica “Gomorra” alla più recente “Gli effetti del Natale sulla gente”, le centinaia di migliaia di visualizzazioni la dicono lunga sul genio artistico di questa coppia di artisti.


Che al popolo italiano piaccia ridere è cosa nota, dunque ben vengano le intuizioni di questi quattro ragazzi che hanno fatto delle loro passioni il mestiere che li diverte e che sa divertire.