Iniziamo con ordine: Anna Dello Russo è un’editor esuberante ed esplosiva del sistema moda, che ha saputo reinventare continuamente la sua immagine restando fedele al suo amore per il pop e per l’ironia, catapultando anche i più restii snob del fashion system nel mondo dello street-style e dei social network, o meglio nel suo personalissimo modo di vivere la moda. Anna iniziò anni fa la sua carriera in Vogue Italia, diventando poi direttore de L’Uomo Vogue e infine direttore creativo di Vogue Japan, di cui ancora ricopre il ruolo. Eppure le suo origini si radicano a Bari Palese, “nemmeno Bari Centro” come ironizza lei, ma questo non le ha impedito di catapultare il suo stile stravagante a Milano e realizzare il sogno di possedere un armadio degno di nota.

Dopo anni di carriera, infatti, accanto a stilisti, fotografi e star può vantare oggi un vero e proprio appartamento armadio, acquistato appositamente accanto alla sua abitazione a Milano solo per contenere le migliaia di vestiti e accessori. Un archivio di tutto rispetto, formatosi attraverso la cura, la ricerca e la passione e che da poco è stato oggetto di un’asta battuta da sua maestà Christie’s. Il 24 Febbraio fu galeotto, tra le mura dello storico Palazzo di Corso di Porta Romana (aperto per la prima volta ad un evento e che si trasformerà in un hotel, ndr) dove i cittadini del fashion e star system hanno partecipato a questo evento unico e lussureggiante in vero stile Adr.

Questa ha dichiarato di desiderare leggerezza dopo trent’anni di estenuante lavoro e di voler  una nuova vita per i suoi pezzi da collezione, tanto da non mettere a disposizione solo i 30 outfit costruiti per l’asta secondo logica e con attenzione, ma aggiungendo 150 capi in vendita a cifre bassissime su Net-a-portèr. Una mossa che guarda alle giovanissime come ai nuovi talenti è dedicato tutto il ricavato dell’asta, grazie alla collaborazione con la Swarovski Foundation Scholarship Program a sostegno dei futuri talenti della moda. A chiudere il cerchio l’Adr book, un progetto in cantiere da un paio di anni con l’amico Luca Stoppini pubblicato da Phaidon, casa specializzata in edizioni di arte, un libro magic box con album, figurine, bamboline di carta e il suo diario che racconta il suo successo in pieno stile ironico e immancabilmente barocco.

Non mancava niente, la fashion week c’era, il catwalk anche, un’asta con una missione sociale pure, la festa da brivido nemmeno a chiederlo, la regina era indiscussa. Anna Dello Russo ha chiuso un capitolo della sua vita come solo lei sa fare a suon di sfarzo e orecchiette servite tra bicchieri di cristallo, perché non si è mai dimenticata da dove veniva. E’ cresciuta, mutata, evoluta, reinventata, ma l’amore per la sua terra in cui ha costruito la sua villa con i trulli non l’abbandona mai, anche se come dice lei Milano deve tutto. Lei è così, è una donna mutevole, autoritaria, sempre alla ricerca del nuovo, sopra le righe, sempre al fianco del suo compagno e all’amore per gli animali. Sempre accanto a se stessa.

Se all’asta non avete potuto partecipare, perché siete fuori dalla lista dell’Olimpo, e la vendita online l’avete persa, poiché poco informati, il libro potete sempre richiederlo e immergervi in un mare di pop culture che non fa mai male imparare. Parola di Anna.