harry-potter

‘Ho sognato che un gigante di nome Hagrid è venuto a dirmi che avrei frequentato una scuola per maghi. Quando aprirò gli occhi mi ritroverò a casa dentro lo sgabuzzino’

Nel 1997 la generazione  degli anni 90, era ancora troppo giovane per poter apprezzare sin da subito la storia di Harry Potter. I nati in questi anni hanno approcciato a questa storia intorno ai 10-11 anni che li ha inizialmente incuriositi, e poi lentamente sopraffatti come è capitato alla maggior parte dei fan dei libri scritti dalla Rowling. Oggi sono vent’anni dall’uscita del primo libro, Harry Potter e la Pietra Filosofale, vent’anni dall’inizio di questa fantastica storia che nonostante gli anni, continua a conquistare lettori di tutte le età, di tutti i gusti e di tutte le estrazioni sociali.

harry- potter

Una storia di resurrezione, un romanzo che ha segnato quasi due generazioni, un successo planetario, una saga che sarà ricordata ancora per molto tempo. Oggi il maghetto più famoso di sempre compie vent’anni, ha passato da tempo la maggiore età ma nell’immaginario comune è ancora il piccolo Harry che ha ricevuto la lettera da Hogwarts e da lì ha dato inizio a una saga che ha venduto, con i suoi sette libri e otto pellicole cinematografiche, 500 milioni di copie in tutto il mondo ed è stato tradotto in 70 lingue, tra cui il latino e il greco antico . Giusto per intenderci solo la Bibbia ha avuto un successo maggiore…

Numeri da capogiro che forse, anzi sicuramente, l’autrice J. K. Rowling non si sarebbe di certo aspettata mentre nel periodo forse più buio della sua vita ha iniziato a scrivere la storia di Harry sui fazzoletti di carta del “The Elephant House”, pub del cognato, ad Edimburgo.

harry-potter

Una storia simile a molte altre ma, e tutti i fan di Harry ringraziano, con un finale diverso:  prima della pubblicazione del primo volume infatti il manoscritto della Rowling fu rifiutato da una quindicina di case editrici e solo nel 1997 la Bloomsbury prese in carica il romanzo che da subito ebbe un successo senza precedenti. Il genere è quello fantasy che grazie ad Harry e a tutti gli altri personaggi che accompagnano il romanzo è tornato agli antichi fasti dopo alcuni anni in cui nuotava in una crisi profonda. Non solo gli adolescenti, come noi all’epoca che per la prima volta ci avvicinavamo a questa storia magica, ma anche gli adulti si sono appassionati e sono diventati fan di una delle saghe più avvincenti della storia.

harry-potter

Il successo di Harry Potter non si è limitato ai libri o ai film, che hanno reso celebri attori come Daniel Redcliffe, Emma Watson e Rupert Grint, chiunque giunga a Londra non può fare a meno di visitare il famoso binario 9 ¾ alla stazione di King’s Cross da dove Harry ha iniziato il suo viaggio verso la magica scuola di Hogwarts senza contare tutti i negozi, i gadget, i siti web e gruppi che nascono ogni giorno sui social network, dvd, videogiochi e i parchi divertimenti a tema che si trovano a Londra e a Disneyland.

Neanche Facebook ha potuto esimersi dal rendere omaggio ad Harry Potter  con un’animazione che compare ogni volta che si pubblica uno stato con le parole “HarryPotter”, “Gryffindor”(Grifondoro), “Ravenclaw” (Corvonero), “Hufflepuff” (Tassorosso) e “Slytherin”(Serpeverde) ovvero i nomi delle quattro casate di Hogwarts. La piattaforma Pottermore, creata dalla stessa scrittrice, ha invece messo alla prova i fan con un quiz di venti domande inerenti proprio al primo capitolo della saga.

harry-potter

Non ci resta quindi che dire: “Tanti auguri Harry e altri 100 di questi anni!”.