CAFFè-PROPAGANDA-ROMA

“Avanguardia è la denominazione attribuita ai fenomeni del comportamento o dell’opinione intellettuale, soprattutto artistici e letterari, più estremisti, audaci, innovativi, in anticipo sui gusti e sulle conoscenze, sviluppatisi nel Novecento ma derivanti da tendenze politico-culturali ottocentesche, connotata dal costituirsi di raggruppamenti di artisti sotto un preciso manifesto da loro firmato”. – Wikipedia. 

Per essere all’avanguardia bisogna essere dei veri e propri precursori. Bisogna, in un certo senso, predire le mode e le tendenze. Creare e lanciarle. Avere sempre l’entusiasmo giusto per sperimentare e progettare qualcosa che parli in termini innovativi. Essere all’avanguardia è una sfida per pochi.

CAFFè-PROPAGANDA-ROMA

Caffè Propaganda ha saputo accettare questa scommessa. Ha ridisegnato i suoi interni. Ha progettato un nuovo menù di cocktail. Ha lanciato una nuova linea in cucina. E così è nato Hotel Avanguardia.

Giunto al suo quinto anno di età, il locale in via Claudia, 15 a Roma, si rinnova divenendo l’espressione di quell’avanguardia contemporanea tanto ricercata dai tre proprietari, Maurizio Bistocchi, Daniele Quattrini ed Edoardo Caracciolo, che hanno deciso di investire in un restyling, dando due anime allo stesso posto. Da un lato, quella dedicata ai cocktail con una sala in cui gli amanti del mixology potranno entusiasmarsi, dall’altra quella riservata alla ristorazione, una zona più raccolta e curata che ben si addice con i nuovi piatti.

I cocktail all’Avanguardia di Patrick Pistolesi

In questo vortice di gusto, l’avanguardia è nella carta dei cocktail creata dal bar manager Patrick Pistolesi con l’intento di portare i clienti in un lungo viaggio in giro per il mondo, raccogliendo le essenze di ogni paese. Nell’Hotel Avanguardia di Pistolesi si possono scoprire camere di albergo di nazioni e continenti lontani, ognuna con i propri sapori e la propria anima. Un viaggio non solo nello spazio ma anche nel tempo, in un trait d’union tra passato e futuro che ha in tre cocktail il simbolo di questo percorso. Il Calippo, un gioco alcolico ghiacciato che rimanda all’infanzia; il Latte e menta che rende inaspettato il connubio con un raffinato rhum haitiano, e la Cherry Cola, la prima bibita imbottigliata direttamente al Caffè Propaganda, totalmente fatta in casa e dalla formula segreta.

CAFFè PROPAGANDA ROMA

I cocktail creati da Patrick con Livio Morena, bar tender, insieme al loro team, sono dei veri e propri percorsi. Una volta messo piede in Caffè Propaganda l’ospite sarà introdotto in un’esplorazione di assaggi dal Giappone all’Europa, dall’America alla Russia. E una volta qui vi dimenticherete del resto.

La cucina creativa di Fabio Pecelli

A rendere ancora più perfetta la permanenza in questo hotel del gusto, la cucina dello chef Fabio Pecelli, un giovane veterano ai fornelli che, a meno di trent’anni, ne ha già 15 di lavoro sulle spalle tra importanti esperienze in ristoranti stellati, come il Reale di Niko Romito o il Giuda Ballerino, responsabilità da executive chef al Pastificio San Lorenzo e da resident chef della scuola di formazione culinaria Coquis – Ateneo della Cucina Italiana.

CAFFè PROPAGANDA ROMA

Pecelli è un vero e proprio creativo capace di rendere unica ogni singola materia prima. Nel menù serale potrete provare i suoi pezzi migliori: dal Tortello liquido di carbonara al Lenzuolo di seppia alla Luciana con pane nero cafone, dove la semplicità del nome del piatto non racconta la complessità della lavorazione della seppia che viene ridotta quasi in polvere e poi ricostruita, concentrandone il sapore, e unita con gli altri elementi classici del piatto come le patate e il pomodoro; dalla Quaglietta farcita, il suo sugo e il suo ometto all’Ovo…Misù, che simboleggia la nascita del tiramisù, con un guscio croccante, tutto da assaggiare, che rappresenta una dedica particolare a Paolo Parisi e alle sue uova, le uniche utilizzate al Caffè Propaganda.

CAFFè PROPAGANDA ROMA

Qui al Caffè Propaganda ogni dettaglio diventa rarità. Ogni minuzia diventa eccellenza. Ogni materia prima   diventa un capolavoro.

Comments

Comments are closed.