Sembra che questa moda celebrativa sia esplosa in tempi piuttosto recenti. Dalla giornata dei nonni, che sembra essere stata quasi integrata nelle feste commerciali a quella dei single, a sostegno di quanti patiscono la festa di San Valentino.
Ma la Giornata internazionale dell’amicizia vanta la volontà di essere istituita dalle Nazioni Unite, che nel 2011 ne hanno decretato l’ufficialità per ogni 30 luglio, al fine di promuovere un clima di solidarietà. La nobiltà di questo fine cela la più macroscopica finalità di prevenire conflitti bellici e legare tra loro i popoli con differenze culturali e religiose.
Diverse le manifestazioni in occasione di questa celebrazione, dagli innumerevoli contenuti social agli eventi organizzati per l’occasione.
Al sesto anno dalla sua istituzione, infatti, molti locali pubblici, attrazioni turistiche e molte “piazze partecipate” si sono organizzati per offrire occasioni divertenti e trascorrere momenti gradevoli assieme alle persone a noi più vicini.

Non sono mancate le occasioni di creativa originalità, realizzando per l’occasione il “piatto dell’amicizia”, il “gusto gelato dell’amicizia”, nonché il “cocktail dell’amicizia”, solo per citarne alcuni. Nonostante il piglio commerciale, nessun simbolo viene associato a questa giornata speciale, per cui chi volesse dedicare un pensiero concreto a qualcuno può ricorrere al proprio fantasioso ingegno oppure optare per l’intramontabile fiore dell’amicizia.