Planet-Funk-Gay-Village

Le porte del regno di Fantàsia stanno per chiudersi. Sabato 9 settembre andrà in scena l’ultima serata della stagione 2017 del Gay Village. Una stagione che ha visto alternarsi dj internazionali e ospiti d’eccezione con uno straordinario successo di pubblico.

Per terminare in grande stile il prossimo sabato dalle ore 21.00, il palco di Gay Village Fantàsia ospiterà in apertura il concerto dei Planet Funk, per un ultimo omaggio di musica e spettacolo offerto dall’organizzazione al pubblico arcobaleno.

Dopo la pubblicazione di due nuovi singoli “Revelation” e“Non Stop”, che vedono il grande ritorno di Dan Black alla voce, i Planet Funk sono attesi per la pubblicazione del loro nuovo album, mentre girano le più grandi città e i festival con il loro tour estivoche li ha portati nel villaggio arcobaleno.

Il ritorno in campo per il gruppo, è segnato anche dall’impegno contro il bullismo da parte della band:“Ho scritto questa canzone dopo aver visto mio figlio subire atti di bullismo, per la sola colpa di essere come suo padre, un po’ diverso”, dice Dan Black in riferimento all’ultimo singolo “You Can Be” e aggiunge, “È straziante vedere come la società cerchi di condizionare i ragazzi, così giovani e speciali, affinché diventino ‘normali’. Dentro di loro, invece, hanno delle costellazioni in attesa di essere scoperte”.

Planet-Funk-Gay-Village

Dopo il concerto, il party continuerà fino all’alba, con le piste gremite dal pubblico che saluterà la stagione grazie ai djset house e EDM di Mattia Matthew e Gaia Logan in Horok Floor, ed alle note popdi Brezet e Paola Dee in Amarganta Floor.

Le quarantaquattro date del Gay Village hanno visto protagonisti più di trenta spettacoli tra teatro, cabaret e talent show, quindici interviste-spettacolo ai grandi protagonisti della televisione e del cinema italiano, venti tra concerti e spettacoli musicali, quindici presentazioni di libri, oltre 80 dj ospiti in tutta la stagione, la migliore tecnologia al servizio dell’intrattenimento, con milioni di led e decine di grandi videowall ad illuminare un’area di quindicimila metriquadri in cui ogni sera, circa 3000 persone al giorno hanno passeggiato, sorriso, ballato e vissuto la loro estate.