Work4Integration

È online il sito www.work4integration.org, piattaforma del progetto “WORK4INTEGRATION” realizzato dall’Organizzazione Umanitaria SOLETERRE – STRATEGIE DI PACE con il sostengo di JPMorgan Chase Foundation e di Fondazione Cariplo.

“WORK4INTEGRATION” per 18 mesi coinvolgerà 120 donne e uomini migranti residenti a Milano e nei territori limitrofi, attualmente disoccupati o a rischio disoccupazione, in attività che facilitano l’accesso all’informazione, alla formazione e all’inserimento lavorativo. L’iniziativa prevede la realizzazione di una serie di corsi di formazione (600h), da marzo 2017 a maggio 2018, con 12 iscritti a ciascun corso, per un totale di 72 partecipanti.

Work4Integration

La crisi economica globale degli ultimi anni ha colpito duramente anche l’Italia: tra il 2010 e il 2014 il tasso di occupazione nazionale è diminuito del 5,5% (dal 68,1% al 62,6%). Per i lavoratori stranieri la situazione è ancora più difficile perché quasi sempre, anche se trovano un lavoro, si tratta di occupazioni poco qualificate e a basso costo, spesso rifiutate o abbandonate dagli italiani, che non permettono loro di sfruttare i percorsi formativi e le competenze acquisite nel paese di origine. La partecipazione al mercato del lavoro dei migranti in Italia è caratterizzata da elevata segregazione orizzontale e verticale, in settori e mansioni specifici, discriminazione e de-mansionamento, fenomeno per cui il nostro paese presenta i tassi più alti d’Europa.

Work4Integration

Il progetto “WORK4INTEGRATION”, attraverso le attività di informazione, formazione e matching tra domanda e offerta di lavoro, si propone di supportare ed aumentare le possibilità di inclusione lavorativa e migliorare la condizioni di lavoro dei migranti coinvolti nell’intervento. Obiettivo è assicurare il benessere psicosociale di uomini e donne adulti e neomaggiorenni, sostenendo i loro percorsi migratori con particolare attenzione alla dimensione lavorativa, e sensibilizzare le aziende su questi delicati temi. Ad oggi, infatti, il team del “Work4Integration” ha già incontrato 53 persone, con un’età media di 26 anni, cittadini migranti con storie spesso complicate.

Work4Integration

Attraverso il sito del progetto sarà possibile candidarsi ai corsi di formazione e alle vacancy aperte, nell’ambito dell’attività di matching diretto tra domanda e offerta di lavoro. Le aziende interessate possono accedere ai contenuti delle sessioni formative, in corso o concluse, contattare lo staff del progetto per esprimere interesse verso i profili professionali dei partecipanti e scaricare i materiali dei workshop aziendali. Sulla piattaforma online saranno inoltre pubblicate le testimonianze dei protagonisti delle attività, cittadini migranti e aziende che raccontano come l’intervento abbia influito sulle loro vite e attività.

Work4Integration

I partecipanti ai corsi otterranno una certificazione riconosciuta se frequenteranno almeno il 75% delle lezioni previste, utile nella ricerca del lavoro o alternativamente nell’accesso ad altri percorsi formativi volti ad aumentare il livello d’istruzione. A seguito dei corsi i partecipanti, selezionati in base alla motivazione e partecipazione dimostrata, saranno inseriti in stage della durata di almeno 3 mesi. Di questi, si prevede che almeno il 50% possa accedere a un contratto di lavoro. Per supportare i cittadini migranti e le aziende che decidono di accoglierli, è stato inoltre attivato un servizio di supporto legale, psicologico e di mediazione interculturale.

A questo link è possibile scaricare la scheda del progetto “Work4integration”:

http://www.soleterre.org/it/cosa-facciamo/progetti/work4integration