Shopping online. Quanti acquisti hai fatto in rete negli ultimi mesi? Solo in Italia, nel 2016, l’e-commerce è cresciuto del 17% rispetto al 2015.Sconti, promozioni, una scelta potenzialmente illimitata, “negozi” sempre aperti 24/24 e consegna a domicilio. Tutto questo si traduce in un mercato da 19,3 miliardi di euro. Poteva restare indifferente a tutto ciò Mr Zuckerberg? Facebook cavalca l’onda e passa dai servizi di pubblicità alle aziende agli spazi “spazi espositivi” per gli utenti. Si chiama Marketplace ed è un vero e proprio mercatino dell’usato virtuale.

Marketplace è stata lanciata in Australia, Stati Uniti, Regno Unito e Nuova Zelanda nell’ottobre del 2016 e dopo una prima fase di rodaggio ecco l’estensione a sedici paesi europei. In Italia sarà attivo dalla metà di agosto.

Un algoritmo ricostruisce i nostri interessi e le nostre interazioni per mostrarci gli annunci che rispondono ai nostri desideri. Inoltre il Marketplace, così come l’applicazione Shpock, è dotato di un motore di ricerca interno che permette di filtrare i risultati per categori, prezzo ma soprattutto per distanza geografica tra venditore e compratore.

Il successo è assicurato. La scelta del colosso americano si basa su numeri consolidati,“Più di 450 milioni di persone visitano gruppi di acquisto e vendita ogni mese – Scrive Facebook nel suo comunicato stampa – Per aiutarle a fare più di queste connessioni, oggi c’è Marketplace, un sito comodo per scoprire, acquistare e vendere oggetti con le persone della vostra community”.

Per visitare il Marketplace basterà cliccare sull’icona della vetrina (in fondo all’app, previo aggiornamento, appena sarà disponibile. Su desktop è nella colonna sinistra) e navigare, per posizione o categoria, fra gli articoli disponibili. Si tratta di una compravendita fra privati, seguirà quindi un messaggio privato e degli accordi altrettanto privati su metodo di pagamento e consegna. Chi vuole vendere dovrà inserire una foto dell’oggetto, descrizione, prezzo, categoria e localizzazione, informazioni standard per la vendita online. Per chi è già avvezzo alla vendita sui gruppi Facebook ci sarà la possibilità di ri-pubblicare sul Marketplace, con un semplice clic, gli annunci già pubblicati sui gruppi compravendita dello stesso social network.

Facebook per ora non si fa carico di elaborare i pagamenti ma negli Stati Uniti c’è già la possibilità di pagare tramite Messenger. EBay e Amazon, forse, già tremano.

Valeria Minieri