Potere dei social. È trascorso più di un anno da quando, sfogliando la home page di Facebook, mi sono imbattuta in un video girato al Mercato Trionfale: qui, al Box 95, raccogliamo la vostra raccolta differenziata che non va in discarica e, anzi, vi viene pagata. La prima cosa che ho pensato è stata “Sono più di dieci anni che faccio la raccolta differenziata, a quest’ora potevo essere ricca” ed è stato proprio quello che ho detto a Silvia Cavaniglia, la fondatrice di Nonsonorifiuti, quando ci siamo conosciute.

Tutto è cominciato proprio così, ho messo nei sacchetti la carta, la plastica e le scatolette di alluminio e sono andata al Mercato Trionfale. Silvia, sorridente e raggiante, mi ha spiegato il progetto e mi ha inserita nel “sistema”. Poi ha pesato i materiali che le ho portato et violà, la mia raccolta differenziata si è trasformata in moneta, soldi, pecunia… alla faccia di chi dice che non serve! Scherzi a parte parliamo di una sorta di salvadanaio ma soprattutto parliamo di materiali che non finiscono in discarica, che non vanno a pesare sul sistema di smaltimento dei rifiuti perché vengono direttamente comprati dai produttori di materie prime seconde. Semplificando i materiali che portate qui vengono subito trasformati, riciclati, riutilizzati, non inquinano. Sembra utopico ma è tutto vero e la maggior parte delle persone che hanno aderito al progetto di Nonsonorifiuti  non lo fanno per i soldi ma per contribuire concretamente alla salvaguardia del pianeta.

Vi state chiedendo cosa potete portare? Plastica, carta, alluminio, ferro, rame, piccoli elettrodomestici, vestiti, olio esausto. L’elenco dei materiali con i relativi prezzi di acquisto lo trovate sul sito www.nonsonorifiuti.it Io vi consiglio di conferire i vostri materiali già suddivisi per tipologia per accelerare il lavoro. Se avete qualsiasi dubbio Silvia e il suo staff vi aiuteranno a conoscere e riconoscere i materiali che compongono la vostra raccolta differenziata. Per chi non conosce il mercato Trionfale si trova nei pressi della fermata Ottaviano della Metro A, potete entrare da via Santamaura, ed è aperto tutti i giorni (tranne la domenica) dalle 8 alle 15. La buona notizia è che a Roma sono in fase di apertura altri punti di raccolta e l’augurio è che presto in tutta Italia, in ogni quartiere, ci siano strutture dello stesso tipo.

Valeria Minieri