repair café

Spesso riparare un piccolo elettrodomestico costa più dell’acquisto del nuovo. Alcuni componenti elettrici sono programmati per “autodistruggersi” in pochi anni, ed ecco che l’oggetto rotto va in discarica mentre si corre in negozio a comprarne uno nuovo. Grazie alla crisi e alla crescente consapevolezza degli acquirenti questo meccanismo viene disinnescato da iniziative come il Repair Cafè.

Al Repair Cafè vige indiscussa la legge di Lavoisier “Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma”. Qui, fra un caffè e un paio di pinze si riparano, restaurano e recuperano elettrodomestici ed oggetti di uso comune. L’idea è nata in Olanda ed è già ampiamente diffusa in tutto il mondo. Uno dei principi fondamentali di questa iniziativa è la condivisione, quella che ormai definiamo “sharing”. Dispendioso e spesso inutile possedere decine di attrezzi per il fai da te e le riparazioni, inoltre non tutti hanno a casa gli spazi per effettuare questo tipo di attività. Al Repair Café si trovano sia gli attrezzi che lo spazio predisposto insieme ad esperti ed artigiani a cui poter chiedere consiglio su come eseguire una riparazione. Riparazione che si può anche affidare alle loro mani esperte.

Uno spazio aggregativo in cui diventa facile anche confrontarsi ed imparare sia dalle esperienze degli altri soci che dai corsi monotematici che periodicamente vengono organizzati. Il motore del Repair Café è la volontà concreta e tangibile di diminuire l’impatto ambientale dell’essere umano, ridurre gli sprechi, fare in modo che sempre meno oggetti finiscano in discarica, riutilizzare il più possibile e spingere le aziende produttrici verso elettrodomestici e oggetti sempre più longevi e polifunzionali oltre che ecosostenibili.

Il Repair Cafè di Roma si trova in via Val di Lanzo 45, nei pressi della fermata Conca d’Oro della metro B1

Valeria Minieri