Core Bistrot e l’imbarazzo della scelta