domenica, Agosto 14, 2022
Home In primo piano Perché Sanremo È S...enza Pubblico

Perché Sanremo È S…enza Pubblico

 

L’Ariston sarà senza pubblico. Dal 2 al 6 Marzo andrà in onda un’edizione storica del festival. Se da una parte si assisterà ad un pezzo di storia della tv e del costume dall’altra ci si chiede come sarà questo festival. Forse per la prima volta sarà una possibilità per cambiare davvero la liturgia di uno show che tante volte ha mostrato proprio in un pubblico immobile ai cambiamenti  il suo limite maggiore?
Forse sarà un compito che Direttore Artistico, Regista e Scenografo dovrebbero vedere come una opportunità?

Secondo noi il battitore libero, il numero Dieci di questo Festival, Fiorello, trasformerà il teatro in un filo diretto con social e pubblico moderno. Le dirette dei giovani e cliccatissimi cantanti in gara faranno il resto.

Non sarà un Sanremo senza pubblico ma un Sanremo in Dad, o in Smartworking… o forse più semplicemente sarà un Sanremo che si collegherà per la prima volta con il suo vero nuovo pubblico.

Sarà una bella sfida. Tutta da seguire

 

Serena Basciani
Serena Bascianihttp://www.serenabasciani.it
Appassionata di Letteratura, critica letteraria e affascinata da tutti i Mass media a partire dalla smemoranda passando per la tv e arrivando ai social network. Giornalista. Content Editor e Consulente in Comunicazione per piccole e grandi aziende e per i liberi professionisti che vogliono investire nel lavoro di Personal Branding. Per 15 anni ufficio stampa di Annalisa Minetti ed al suo fianco in tutte le imprese sportive e musicali come Sanremo 2005, le paralimpiadi di Londra e la maratona di New York, Tale e Quale Show e Ora o Mai Più (trasmissioni di punta della prima serata Raiuno). Il lavoro in cui c’è tutta la sua anima è il libro di medicina narrativa, Prendersi Cura di Sè con le Parole di Simona Amorese, curato per Edizioni Gribaudo. Oggi al timone di Occhio Che come Direttore Editoriale e di altri portali tematici. Nel 2012, quando era Direttore del mensile Vivessere, è stata premiata come Direttore Responsabile più giovane in Italia dal circolo della stampa di Milano. Oggi studia e si aggiorna continuamente per applicare la passione della scrittura al mondo digitale.
RELATED ARTICLES
- Advertisment -

ARTICOLI POPOLARI