Privacy Policy
domenica, Maggio 16, 2021
Home Sport Red Bull Regionali - Il Lazio trionfa nella sfida dei Chilometri

Red Bull Regionali – Il Lazio trionfa nella sfida dei Chilometri

Aaron Durogati seen during a training session in the mountains above Merano, Italy on June 7, 2017 // Daniele Molineris / Red Bull Content Pool // SI201706120412 // Usage for editorial use only //

Umbria e Molise sul podio della gara che ha messo a confronto le regioni italiane per scoprire in quale si corre di più

Nella classifica individuale la vittoria più sorprendente è del marchigiano Massimiliano Brighindi, che ha corso per oltre 1000 chilometri

dominando la challenge
Milano, 22 aprile 2021 – Red Bull Regionaaali è arrivato alla fine con un verdetto chiaro: è il Lazio

la regione vincitrice, con una media di quasi 73 km percorsi dai runner laziali.

È stata una sfida molto combattuta con numeri incredibili: ha coinvolto, nel mese di marzo, 67.566 partecipanti in tutta Italia, che hanno macinato di corsa oltre 5 milioni di chilometri.
Una partecipazione sorprendente per la challenge che, attraverso l’utilizzo della app Strava, ha messo in gara le regioni d’Italia per stabilire dove si sarebbe corso di più.

Un successo che testimonia la voglia di sport e la passione per il running che ha conquistato tantissimi italiani, offrendo un modo unico per apprezzare lo straordinario patrimonio di bellezze artistiche e paesaggistiche che il nostro Paese è in grado di offrire.

Trionfo dunque del Lazio con 142.907 Km da dividere fra 1959 partecipanti.
Medaglia d’argento e di bronzo per Umbria e Molise, che hanno lottato testa a testa fino all’ultimo metro: l’esito finale vede prevalere i runner umbri su quelli molisani, con medie davvero molto vicine: 71.74 contro 71.17.

C’è anche un vincitore individuale assoluto, il marchigiano Massimiliano Brighindi, capace di correre per 1134 Km nel periodo di gara, compreso fra l’1 e il 31 marzo: la distanza maggiore coperta da un singolo partecipante.
L’ultra runner Brighindi si è aggiudicato un premio davvero esclusivo: un’esperienza presso l’Athlete Performance Center di Red Bull a Salisburgo. Il Red Bull APC è un centro polispecialistico che, grazie al contributo di un team di allenatori, nutrizionisti, fisioterapisti e psicologi dello sport, si occupa di performance sportive ed è il luogo preferito dagli atleti Red Bull per dar vita ai propri sogni e per spostare i propri limiti. Questa incredibile squadra di esperti sarà a disposizione del vincitore e lo aiuterà a conoscere meglio il ruolo del proprio corpo e della propria mente quando pratica sport.

La challenge Red Bull Regionaaali è arrivata proprio nel momento più opportuno”, ha affermato il quasi cinquantenne Massimiliano Brighindi, sportivo marchigiano con 52 maratone, 8 IronMan e tante gare nel deserto all’attivo, “Nel periodo difficile tra zone arancioni e rosse per il Covid, sia nelle mie Marche che nel resto d’Italia, tutti noi partecipanti abbiamo avuto un buon motivo per uscire di casa e fare sana attività sportiva all’aperto. Correre per il piacere di partecipare alla sfida lanciando a tutti il messaggio che attraverso lo sport e la giusta energia, possiamo superare il momento difficile che stiamo vivendo…e vincere! Sono stato fortunato”, conclude Brighindi, “perchè il lungomare di San Benedetto del Tronto di circa 5 km che ho percorso avanti e indietro per i 1134 km che mi hanno portato alla vittoria, è bellissimo e ha una varietà paesaggistica dominata dal mare meravigliosa. Ora mi godrò il mio premio: avere l’opportunità di andare al centro Red Bull di Salisburgo era proprio quello che più desideravo”.

120 runner del Lazio, regione vincente, parteciperanno invece all’estrazione di premi Red Bull e dei partner Suunto e Diadora.

Red Bull, per supportare l’impegno dei runner che hanno partecipato alla sfida e per motivarli nel modo migliore, ha coinvolto non solo i propri atleti, ma anche personaggi del mondo della musica, influencer legati al running e community di amanti della corsa provenienti da diverse regioni italiane.

Tanti i nomi importanti che si sono impegnati per dare la giusta dose di energia agli amanti della corsa delle rispettive regioni, a cominciare dagli atleti del Team Red Bull: Dominik Paris Alex Vinatzer (Sci Alpino), Markus Eder (Sci Freestyle), Aaron Durogati (Parapendio), Dorothea Wierer (Biathlon), Matteo Berrettini (Tennis), Larissa Iapichino (Salto in lungo), Leonardo Fioravanti (Surf), Roland Fischnaller (Snowboard Alpino) e Massimiliano Piffaretti (Wakeboard), Alessandro Mazzara (Skateboarding) e Dario Costa (Volo acrobatico) e con loro i piloti delle due ruote Andrea Dovizioso, Tony Cairoli Mattia Guadagnini (Motocross) e Tony Arbolino (Moto 2).

Ma anche il conduttore radiofonico di Radio Deejay, Gianluca Gazzoli; l’atleta valtellinese di sci di fondo Alice CancliniLisa Migliorini, blogger nota sui social come The Fashion Jogger; l’attrice e cantautrice Margherita VicarioAlessandro Fabian capitano della Nazionale di Triathlon e Manuel Di Geronimo, Personal Trainer e grande appassionato di sport e corsa.

La sfida Red Bull Regionaaali si è oramai conclusa, ma per tutti gli italiani che amano la corsa, il prossimo appuntamento è per il 9 maggio alle ore 13.00 con la Wings for Life World Run, la gara di solidarietà in contemporanea mondiale per finanziare la ricerca scientifica sulle lesioni al midollo spinale. Si può correre ovunque si voglia attraverso l’apposita App Wings for life World Run ( App Download: IOS / Android) e prepararsi alla corsa utilizzando sempre l’App Strava e la challenge dedicata all’evento benefico.

Finora ben 700.000 persone di 195 nazioni hanno partecipato all’evento globale. Sono stati percorsi un totale di 7 milioni di chilometri e raccolti quasi 30 milioni di euro in quote di iscrizione e donazioni devolute alla Fondazione Wings for Life.

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -

ARTICOLI POPOLARI