Privacy Policy
domenica, Giugno 20, 2021
Home News Strage della funivia di Stresa-Mottarone. Pm: "In video la cabina sussulta e...

Strage della funivia di Stresa-Mottarone. Pm: “In video la cabina sussulta e torna indietro”

Procuratore, cavo della funivia tranciato. Presto primi indagati

“La cabina era sostanzialmente arrivata al punto di sbarco, si vede che sussulta e torna indietro”. Lo ha spiegato il procuratore della Repubblica di Verbania, Olimpia Bossi, che ha visionato una piccola parte dei video delle telecamere di sorveglianza della funivia del Mottarone.

“La visuale – ha precisato – è però limitata alla zona dell’arrivo”.

Informativa del ministro Giovannini alla Camera giovedì. Giovedì 27 Maggio alle 9:30 si terrà nell’Aula della Camera un informativa urgente del ministro delle Infrastrutture Enrico Giovannini sul disastro del Mottarone.

Assessore Piemonte, proprietà di Stresa dal ’97 – La Regione Piemonte chiarisce che la proprietà dell’impianto del Mottarone è del Comune di Stresa dal 1997 anche se “la trascrizione non è potuta avvenire perché il Comune non ha prodotto gli atti più volte richiesti”. Ad affermarlo oggi in Consiglio regionale è stato l’assessore al Patrimonio, Andrea Tronzano, il quale ha poi precisato all’ANSA: “Noi siamo ancora nella fase di lutto, stiamo ancora pregando per la vita di Eitan, ma i titoli di oggi ci sollecitano a informare il Consiglio prima di tutti: il tema che è emerso in questi giorni merita una risposta”.

I carabinieri di Stresa stanno effettuando acquisizioni dei documenti inerenti la manutenzione e la gestione dell’impianto della Funivia del Mottarone nell’ambito dell’indagine della Procura di Verbania sull’incidente di domenica in cui hanno perso la vita 14 persone. Da quanto riferito gli enti e le società interessate, come Regione Piemonte, Comune di Stresa e anche uffici ministeriali, si sono messi a disposizione degli investigatori. Il materiale sequestrato si aggiunge a quello già raccolto negli uffici della società Ferrovie del Mottarone.

 

 

 

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -

ARTICOLI POPOLARI