Privacy Policy
domenica, Giugno 20, 2021
Home In primo piano Morto Michele Merlo, Maria De Filippi: “Eri speciale, lo avevamo capito tutti....

Morto Michele Merlo, Maria De Filippi: “Eri speciale, lo avevamo capito tutti. Ti porteremo dentro per sempre”

Morto Michele Merlo, la lettera di Maria De Filippi: “Eri speciale, lo avevamo capito tutti. Ti porteremo dentro per sempre”

Dopo la notizia della morte di Michele Merlo, ex allievo di Amici, Maria De Filippi ha voluto esprimere il proprio dolore e ha scritto: “La tua era una malinconia speciale, che lottava ogni secondo con quel sorriso che diceva l’esatto contrario. A volte prevaleva una cosa, a volte l’opposto. Tu eri entrambe le cose. E quando cantavi, il tuo modo di essere prendeva il sopravvento e ti faceva mostrare al mondo senza filtri, senza paure”.

 

Era stato eliminato durante la semifinale della 16esima edizione di Amici Michele Merlo, conosciuto in quegli anni con il nome di Mike Bird. Il cantante 28enne è morto nella tarda serata di ieri 6 giugno a causa di un’emorragia cerebrale scatenata da una leucemia fulminante. Ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell’Ospedale Maggiore di Bologna, non ce l’ha fatta. Maria De Filippi lo ha ricordato così: “Profondo, malinconico nello sguardo e solare nel sorrisoCosì ci sei apparso dal primo momento in cui ti abbiamo visto e così sei rimasto fino all’ultimo giorno che hai trascorso in casetta”, ha esordito nel post pubblicato sulla pagina ufficiale Instagram di Amici. E ancora: “La tua era una malinconia speciale, che lottava ogni secondo con quel sorriso che diceva l’esatto contrario. A volte prevaleva una cosa, a volte l’opposto. Tu eri entrambe le cose. E quando cantavi, quando eri al centro del palco a fare quello che ti piaceva di più al mondo, il tuo modo di essere prendeva il sopravvento e ti faceva mostrare al mondo senza filtri, senza paure. Eri Mike Bird e stavi cantando. Eri nel tuo elemento naturale, la valvola di sfogo per i tuoi pensieri profondi che ti esplodevano in petto e che avevi tanta voglia di condividere con il mondo”. Poi ha concluso: “Eri un ragazzo speciale e lo avevamo capito tutti. Avevi un’intensità unica, una capacità di guardarti dentro fin troppo spiccata che a volte ti faceva arrovellare attorno agli umori e alle sensazioni. Baudelaire diceva che ‘la sensibilità di ognuno è il suo genio’, la tua era tanta, Mike. Ed è quella sensibilità, quella profondità d’animo e di pensiero, quella capacità di scavare negli abissi dell’animo umano che ci porteremo dentro per sempre. Fa’ buon viaggio. Maria e la redazione di Amici”.

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -

ARTICOLI POPOLARI