Privacy Policy
venerdì, Gennaio 21, 2022
Home Musica Dipendenze Affettive: Anche la Musica parla delle relazioni Tossiche con Whiteshark

Dipendenze Affettive: Anche la Musica parla delle relazioni Tossiche con Whiteshark

Le Dipendenze Affettive sono un grande tema dei nostri giorni.
Lo sono nelle notizie di cronaca, protagoniste in moltissimi libri, e nei podcast

Oggi le Dipendeze Affettive sono protagoniste anche nellala musica.Parla delle relazioni Tossiche infatti il nuovo singolo del duo urban milanese Whiteshark «Inutile chiamarmi tanto non risponderò» recita il loro brano.

Il videoclip di “non risponderò” è uscito ieri

«Attraverso questo video – raccontano i Whiteshark – cerchiamo di trasmettere un mix di emozioni. Si intravedono rabbia, amarezza e, per un certo verso, anche un senso di malinconia. Cerchiamo di far capire alle persone che, nonostante non sia facile, per dire basta bisogna mettersi davvero contro sé stessi».

Dopo aver parlato della voglia di rivalsa nel singolo precedente Stavolta no” il secondo “flashback” “Non Risponderò” sposta l’attenzione su quei tipi di rapporti velenosi durati troppo a lungo, che distruggono e distraggono dal reale obiettivo. Con un po’ di coraggio però, una volta compreso che la strada non porterà a nulla di buono, si può voltare pagina e non tornare più sui propri passi.

Daniele Scavetta, in arte “Scave”, e Simone Filipazzi, in arte “Simoroy”, insieme formano il gruppo “WHITESHARK”. Si conoscono per la prima volta a un contest live di Milano e successivamente si rincontrano in uno studio di registrazione a Muggio (MB) per puro caso. Dopo un po’ di featuring reciproci con i nomi d’arte Scave e Simoroy nel 2018 decidono di formare il gruppo WHITESHARK esordendo con un EP di 4 tracce dal titolo “Quanto Basta”condito da due videoclip: “Muovilo” e “Non fa per me”. Successivamente escono vari altri singoli, tra cui “Accelera” in collaborazione con il noto rapper Vacca. Nel frattempo iniziano a girare per la Lombardia aprendo eventi importanti come il concerto di Shiva al Carroponte davanti a 3000 persone. L’idea del nome è presa dalla fame, dalla costanza e dalla determinazione con cui inseguono i loro obiettivi perché lo “squalo bianco”, uno dei predatori più forti al mondo, non dorme mai. Inoltre hanno iniziato a identificare i loro fan con lo slang “BREZIS“, un nome nato quasi per caso durante una serata e insieme a loro stanno costruendo la “Brezis family”.

Non risponderò
Fissavo il buio per ore promisi a me stesso basta
sfidai la soglia del dolore mettendo una croce ma dirlo non basta
tu che mi hai rapito, poi mi hai tradito, cosa rimane di noi..
cos’è rimasto, il mio cuore giacque, non era pronto all’impatto
solo il vuoto, non chiamare tanto non rispondo, a confronto ogni giorno con la mia dignità
fiero di me, passo dopo passo non mi sono perso non ho perso pensami pure va
che devi fare i conti con il karma, ho messo semi nella terra sbagliata
progetti in aria, dalle radici che nasce la pianta sbagliata e poi “aglia”
che ne sarà di me, che ne sarà di te, che ne sarà di noi, tanto non risponderò
che ne sarà di me, che ne sarà di te, che ne sarà di noi, inutile chiamarmi tanto non risponderò
non risponderò ooo.. non risponderò eee.. non risponderò ooo.. chiediti il perchè
non risponderò ooo.. non risponderò eee.. è colpa tua se adesso non mi batto più per te
ormai bravi solo a ferirci, per curarci non bastava più accarezzarci
cominci a pensare ai momenti più belli e lì ti rendi conto che passano in fretta
dalla gioia alle paranoie in testa, non è facile reagire con lei che ti detesta
il cuore della notte spesso non lo fermavo, ero ferito però non sanguinavo
quella foto sbiadita, quel ti amo cancellato
non capivo il perchè non mi sentivo più apprezzato, incubi la notte
io l’unico a ballare nel dolore, ero io quello sbagliato
ti rincorrevo dentro a un sogno, scappavi da me
non chiamare tanto non rispondo, facile quando non mi aspetto più nulla da te
ogni botta sopra un corpo lascia un livido, sento quel brivido per tutti i ricordi
sotto quei portici noi passavamo notti insonni (notti insonni)
dentro ai racconti fra c’erano i miti, ora spiegami
tutti quei momenti insieme dove son finiti
le cazzate, le canne, le fighe, le risse i sorrisi (yaho)
noi che insieme pensavamo di spaccare il mondo
tu che mi chiamavi, io rispondevo sempre pronto
bastava solo l’espressione per capirsi al volo lungo questa strada poi qualcosa è andato storto, se mi
scrivi non rispondo, chi sbaglia paga ogni cosa al suo costo
stai sicuro brezis che nella vita mia per te non c’è più posto
che ne sarà di me, che ne sarà di te, che ne sarà di noi, tanto non risponderò
che ne sarà di me, che ne sarà di te, che ne sarà di noi, inutile chiamarmi tanto non risponderò
non risponderò ooo.. non risponderò eee.. non risponderò ooo.. chiediti il perchè
non risponderò ooo.. non risponderò eee.. è colpa tua se adesso non mi batto più per te
col tempo ho cambiato il mio modo, logori dentro, sappi che godo
spesso ho aiutato persone che avevo al mio fianco senza voler un cazzo in cambio
ora, non aiuto nessuno e se tu chiamerai, puoi morire di che morte vuoi tanto non “risponderòy”

 

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -

ARTICOLI POPOLARI