domenica, Agosto 14, 2022
Home News Val di Fassa: Bomba d'acqua e turisti evacuati

Val di Fassa: Bomba d’acqua e turisti evacuati

Il tanto sperato cambio di temperature è arrivato, ma è partito davvero nel peggiore dei modi. Se il caldo africano sta andando verso la fine delle giornate che raggiungono picchi da mete tropicali, al nord Italia sono già arrivate le precipitazioni e lo hanno fatto nel peggiore dei modi. Circa un centinaio di persone tra turisti e residenti sono state, infatti, evacuate da alberghi e case in Val di Fassa a causa di frane e smottamenti provocati dalle grandi piogge scese nella notte.

vigo di fassa

Vigo di Fassa: La zona più colpita

La zona più colpita dal maltempo è stato Vigo di Fassa, dove si è abbattuta la bomba d’acqua che ha provocato l’esondazione di alcuni corsi d’acqua, come a Fontanazzo e Campestrin, frazioni di Mazzin e San Jan. Qui il fango avrebbe già raggiunto le strade provocando disagi e paura tra i turisti e gli abitanti del luogo, i vigili del fuoco ed i volontari starebbero già facendo tutto il loro meglio per mettere in sicurezza le strade. Le persone evacuate hanno trascorso la notte nel centro della Protezione Civile e nelle palestre. In val Badia sono caduti oltre 90 litri di pioggia al metro quadro in poco tempo e numerose strade sono chiuse

Oyace e Bionaz isolate

Oyace e Bionaz non sono al momento raggiungibili in auto. Con il passare delle ore aumenta la conta dei villeggianti che non possono tornare a valle. Da questa mattina operai e mezzi meccanici sono al lavoro per ripristinare il prima possibile la viabilità che al momento è interrotta a causa delle frane che hanno coinvolto la strada regionale 28.I lavori erano stati quasi ultimati e la viabilità sarebbe stata già ripristinata se non fosse che, proprio mentre le squadre speciali erano al lavoro, sono avvenuti due nuovi distacchi:

“E’ accaduto verso le 16, durante un temporale abbastanza forte. Sono venute giù ondate di fango, che ha sfiorato alcune case al confine, in frazione Condemine a Oyace” ha dichiarato Valter Nicase sindaco di Bionaz, che ha poi rassicurato in merito al fatto che “nessuna persona è rimasta coinvolta”

A questo punto si prevede quindi che Oyace e Bionaz saranno di nuovo raggiungibili mediante strada, non prima della fine della giornata di oggi. I turisti che sarebbero dovuti essere in partenza proprio in queste ore per raggiungere le destinazioni limitrofe stanno rinunciando o rimandando le vacanze.

 

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -

ARTICOLI POPOLARI