sabato, Dicembre 10, 2022
Home In primo piano Giorgia Meloni: chi è la leader che guiderà l’Italia

Giorgia Meloni: chi è la leader che guiderà l’Italia

Giorgia Meloni, presidente del partito di destra Fratelli d’Italia è stata la politica italiana più citata, taggata, descritta, odiata e  acclamata degli ultimi mesi. Per questo, è importante conoscere chi è la donna che guida il primo partito italiano e che ricoprirà  per la prima volta l’incarico di presidente del Consiglio dei ministri. 

Giorgia Meloni: la sua carriera politica

Giorgia è nata nel 1977 e, oltre a essere una politica, è anche una giornalista professionista. È diplomata, ha fatto il liceo linguistico. Si avvicina alla politica italiana a vent’anni, nel 1996, quando comincia la militanza nel partito di Alleanza nazionale in qualità di responsabile del movimento studentesco. Insieme a lei anche la sorella Arianna Meloni. Nel giro di due anni diventa consigliera provinciale di Roma, per poi diventare dirigente nazionale e presidente di Azione giovani, l’organizzazione giovanile di Alleanza nazionale, confluita poi nella Giovane Italia nel periodo in cui il centrodestra, formato da Alleanza nazionale e Forza Italia, si unisce nel partito del Popolo della libertà. Diventa poi deputata nel 2006 e nel 2008 ministro della Gioventù in uno dei governi guidati da Silvio Berlusconi. Dopo la fine dell’esperienza del Popolo della libertà, mentre il partito di Berlusconi torna a vivere, cioè Forza Italia, Alleanza nazionale sparisce e Meloni approfitta del vuoto partitico nella destra per fondare nel 2012, insieme a Ignazio La Russa e Guido Crosetto, il partito Fratelli d’Italia. Il simbolo del nuovo partito richiama proprio quello di Alleanza nazionale conservandone la fiamma tricolore. 

“Io sono Giorgia”: ecco di cosa parla il libro della Meloni 

Giorgia decide di mettere nero su bianco il suo percorso politico ma anche quella che è la sua vita privata con “Io sono Giorgia. Le mie radici, le mie idee”.  Uscito in tutte le librerie a Maggio 2021 è il libro autobiografico della leader di Fratelli D’Italia. È un diario in cui la Meloni si mette a nudo regalandoci sfaccettature inedite della sua personalità e della sua vita. Relazioni, sentimenti e conflitti interiori di una donna che è anche leader politico costantemente sotto i riflettori.  Nell’apertura del suo libro, che introduce 336 pagine, la leader di Fratelli d’Italia, parla di come un tormentone nato dopo un suo discorso nel 2018 le abbia dato la visibilità che non si aspettava e sia stato un potentissimo amplificatore per propagare le sue idee

Di colpo mi aveva trasformato da noioso esponente politico a curioso fenomeno pop. È stato quel pezzo la ragione per la quale mi sono convinta a scrivere questo libro. Da allora ho visto troppa gente parlare di me e delle mie idee per non rendermi conto di quanto io e la mia vita siamo in realtà distanti dal racconto che se ne fa. E ho deciso di aprirmi, di raccontare in prima persona chi sono, in cosa credo, e come sono arrivata fin qui

È descritto in più passaggi il grande amore per la politica e le istituzioni come se rappresentasse un destino professionale e identitario già scritto per Giorgia Meloni. Ma “ Io sono Giorgia” non è un manifesto politico, anzi, nel diario vengono esplorati anche i rapporti interpersonali più significativi di Giorgia Meloni. Dall’assenza del padre, che l’ha abbondonata in tenera età, e il suo modo di relazionarsi con le figure maschili alle donne più importanti della sua vita: la madre, la sorella Arianna e la figlia Ginevra. Un percorso allo specchio in cui l’autrice si mette costantemente in discussione parlando anche del suo difficile rapporto con il proprio corpo che affonda le radici nell’infanzia in cui è stata vittima di bullismo per il suo aspetto esteriore. Il volume affronta in modo schietto e senza sconti argomenti forti come la maternità, l’identità e la fede. Pagine molto intense che svelano fragilità ma anche tanta voglia di rivalsa. Nel testo emergono ricordi, aneddoti, ma anche tante frasi d’effetto su cui riflettere. A colpire particolarmente è stata la frase

La Meloni occupa tutto lo spazio di Giorgia

che lascia trasparire il peso della responsabilità ma anche talvolta quel paradossale senso di solitudine che caratterizza i leader. Pagine intense di una donna che ha costruito quello che ha oggi con le proprie mani e con una tempesta di emozioni al suo interno: rabbia, voglia di rivalsa ad ogni costo e determinazione.

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -

ARTICOLI POPOLARI