Arrestato 22enne a Roma: laboratorio clandestino per la fabbricazione di armi scoperto dai carabinieri

Arrestato 22Enne A Roma Labor Arrestato 22Enne A Roma Labor
Arrestato 22enne a Roma: laboratorio clandestino per la fabbricazione di armi scoperto dai carabinieri - Occhioche.it

Ultimo aggiornamento il 13 Giugno 2024 by Francesca Monti

‘attività informativa dei carabinieri ha portato all’esecuzione di una perquisizione domiciliare presso l’abitazione del giovane di origine cubana, residente nel quartiere Ponte di Nona a Roma, situata non lontano dal luogo in cui è stata uccisa Caterina Ciurleo. Durante la perquisizione, i militari hanno scoperto un laboratorio clandestino per la produzione di arma e munizioni.

“Perquisizione domiciliare e scoperta shock: un arsenale nascosto”

Nascosto sotto il cuscino del letto del giovane, i carabinieri hanno trovato un revolver carico. Nella cantina sono stati rinvenuti un fucile mitragliatore totalmente artigianale, una pistola riverniciata con la matricola parzialmente abrasa, una pistola scaccia-cani e una pistola a forma di penna.

Oltre alle armi, i carabinieri hanno sequestrato numerosi materiali e strumenti di precisione necessari per la produzione di armi, insieme a progetti di fabbricazione redatti dal giovane.

“Sequestrati strumenti di precisione e progetti per la fabbricazione di armi”

Grazie all’ausilio della Squadra Artificieri del Comando Provinciale di Roma, sono stati rinvenuti due lacrimogeni artigianali di grandi dimensioni, polvere da sparo, materiale per produrre artifizi pirotecnici e ordigni pericolosi, insieme a 100 cartucce artigianalmente prodotte e 20 grammi di hashish.

“Convalidato l’arresto e disposta la custodia cautelare in carcere”

Il Tribunale di Roma ha convalidato l’arresto e disposto la custodia cautelare in carcere per il 22enne. Lo smantellamento di questo laboratorio clandestino rappresenta un passo avanti nella lotta contro la criminalità e il traffico illegale di armi, garantendo maggiore sicurezza per i cittadini.

“Laboratorio clandestino smantellato: un passo avanti nella lotta contro la criminalità”

‘operazione dimostra l’impegno costante delle forze dell’ordine nella lotta contro il traffico illegale di armi. La scoperta di questo laboratorio clandestino a Roma rappresenta un successo e un monito per coloro che si macchiano di reati così gravi.

“‘impegno delle forze dell’ordine nella lotta contro il traffico illegale di armi”

Le forze dell’ordine, attraverso un lavoro di intelligence e controllo del territorio, contrastano efficacemente il traffico illegale di armi. La collaborazione tra le varie istituzioni e la sensibilizzazione dei cittadini sono fondamentali per garantire la sicurezza e il rispetto della legge.

La lotta contro la criminalità richiede determinazione e professionalità da parte di tutti coloro che sono coinvolti, in un costante lavoro di squadra per garantire un futuro senza rischi per la collettività.