Assolti in Appello Verdini, Bigotti e Abrignani per turbativa d’asta Consip

Assolti In Appello Verdini Bi

Assolti in Appello Verdini, Bigotti e Abrignani per turbativa d'asta Consip - avvisatore.it

Assolti ex senatore Denis Verdini, imprenditore Ezio Bigotti ed ex parlamentare Ignazio Abrignani nell’inchiesta ConsipLa terza sezione della Corte d’Appello di Roma ha emesso una sentenza di assoluzione per l’ex senatore Denis Verdini, l’imprenditore Ezio Bigotti e l’ex parlamentare Ignazio Abrignani nell’ambito di uno dei filoni dell’inchiesta Consip. Questa decisione arriva dopo che in primo grado, in rito abbreviato, il giudice per le indagini preliminari di Roma aveva condannato tutti e tre gli imputati a un anno di reclusione, ma aveva assolto Verdini e Bigotti dall’accusa di concussione.Il difensore di Bigotti, l’avvocato Cesare Placanica, ha commentato la sentenza dicendo: “Ogni volta che la posizione dell’imprenditore Bigotti esce dalla fase delle indagini, dove vige la cultura del sospetto, e arriva alla fase giurisdizionale, arriva una assoluzione. Questa è la quarta e vuol dire che la giurisdizione, terza e indipendente, spesso funziona“.Una vittoria per gli imputatiL’assoluzione di Verdini, Bigotti e Abrignani rappresenta una vittoria per gli imputati, che sono stati scagionati dall’accusa di turbativa d’asta. La Corte d’Appello di Roma ha ritenuto che non ci fossero prove sufficienti per dimostrare la colpevolezza degli imputati.La sentenza di assoluzione è stata accolta con soddisfazione dai difensori degli imputati, che hanno sottolineato come questa sia la quarta volta che Bigotti viene assolto quando la sua posizione arriva alla fase giurisdizionale. Questo dimostra che il sistema giudiziario funziona e che l’imprenditore è stato ingiustamente coinvolto in questa vicenda.La giustizia funzionaL’assoluzione di Verdini, Bigotti e Abrignani dimostra che la giustizia può funzionare correttamente. Nonostante le accuse mosse contro di loro, i tre imputati sono stati scagionati grazie all’analisi dei fatti e delle prove presentate durante il processo.Questa sentenza rappresenta un importante risultato per gli imputati e i loro difensori, che hanno sempre sostenuto l’innocenza dei loro assistiti. La decisione della Corte d’Appello di Roma conferma che la giurisdizione è terza e indipendente, e che spesso riesce a fare luce sulla verità.In conclusione, l’assoluzione di Denis Verdini, Ezio Bigotti e Ignazio Abrignani nell’inchiesta Consip rappresenta una vittoria per gli imputati e una dimostrazione che la giustizia può funzionare correttamente. Questa sentenza conferma l’importanza di un sistema giudiziario indipendente e imparziale, che analizza attentamente i fatti e le prove prima di emettere una sentenza.