Fine del pezzotto: stop al calcio sui siti pirata – ultime news

Fine Del Pezzotto Stop Al Cal Fine Del Pezzotto Stop Al Cal
Fine del pezzotto: stop al calcio sui siti pirata - ultime news - avvisatore.it

Ultimo aggiornamento il 8 Dicembre 2023 by Redazione

Arriva Piracy Shield: la piattaforma per bloccare i siti pirata di eventi sportivi

La lotta alla pirateria online si intensifica con l’arrivo di Piracy Shield, la nuova piattaforma che mira a spegnere il “pezzotto” delle trasmissioni illegali di eventi sportivi, con la Serie A di calcio in prima linea. L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AgCom) ha definito i requisiti tecnici e operativi per il funzionamento di questa piattaforma, che sarà attiva a partire dal 2024.

La Piracy Shield funziona come un sistema machine to machine: i titolari dei diritti, che hanno già ottenuto un provvedimento cautelare per proteggere i loro diritti, possono segnalare le violazioni sulla piattaforma, fornendo le prove necessarie. Queste segnalazioni vengono quindi automaticamente inviate agli Internet Service Provider (ISP) accreditati, che hanno 30 minuti di tempo per bloccare gli indirizzi IP e/o gli FQDN dei siti pirata. L’obiettivo è quello di fermare immediatamente la diffusione illecita degli eventi sportivi.

La decisione dell’AgCom è stata presa all’unanimità il 5 dicembre, in conformità con la legge n. 93 del 14 luglio 2023. Ora spetta agli ISP completare le attività necessarie per rendere operativa la piattaforma entro il 31 gennaio 2024. Una volta attiva, Piracy Shield rappresenterà un importante strumento nella lotta contro la pirateria online, garantendo una maggiore tutela dei diritti dei titolari e degli operatori che trasmettono eventi sportivi in modo legale.

La sfida contro la pirateria online

La pirateria online rappresenta una minaccia costante per l’industria dell’intrattenimento, in particolare per gli eventi sportivi. La diffusione illecita di partite di calcio e altri eventi sportivi su siti e app pirata ha un impatto negativo sui titolari dei diritti e sugli operatori che investono ingenti risorse per offrire un servizio legale e di qualità.

La Piracy Shield si propone di contrastare questa pratica illegale, fornendo agli ISP gli strumenti necessari per bloccare i siti pirata in modo rapido ed efficace. Grazie a un sistema machine to machine, le segnalazioni di violazione vengono trasmesse automaticamente agli ISP accreditati, che hanno il compito di oscurare gli indirizzi IP e/o gli FQDN dei siti pirata entro 30 minuti. Questo permetterà di interrompere immediatamente la trasmissione illegale degli eventi sportivi, proteggendo i diritti dei titolari e garantendo un ambiente più sicuro per gli operatori legali.

Un passo avanti nella tutela dei diritti

L’introduzione di Piracy Shield rappresenta un importante passo avanti nella lotta contro la pirateria online. La piattaforma offre un meccanismo efficace per bloccare i siti pirata che diffondono illegalmente eventi sportivi live, garantendo una maggiore tutela dei diritti dei titolari e degli operatori legali.

Come sottolineato dall’AgCom, l’implementazione di questa piattaforma è in linea con la legge vigente e rappresenta un importante strumento per contrastare la pirateria online. Ora spetta agli ISP completare le attività necessarie per rendere operativa la piattaforma entro il 31 gennaio 2024. Una volta attiva, Piracy Shield contribuirà a creare un ambiente più sicuro e legale per la trasmissione degli eventi sportivi, proteggendo i diritti dei titolari e garantendo una giusta remunerazione per gli operatori che investono nel settore.