Moda e social: il rapporto tra trend e realtà

Moda E Social Il Rapporto Tra

Moda e social: il rapporto tra trend e realtà - avvisatore.it

I trend moda del 2023: semplicità e comfort

Nel 2023, i trend moda che hanno spopolato sui social e negli acquisti online hanno puntato sulla semplicità e il comfort. Le it-girl hanno abbracciato un’estetica pulita e senza fronzoli, riportando in voga abiti comodi ma classici e dando spazio a capi basici e versatili adatti a ogni occasione. Secondo la piattaforma Stileo, il 59% degli utenti ha acquistato capi e scarpe casual, ma è probabile che lo avrebbero fatto comunque, considerando che l’abito comfort è diventato un must dopo la pandemia per andare al lavoro senza troppe formalità.

Eleganza chic e sportswear: le tendenze moda del 2024

Ma non è l’unica tendenza del 2023 che continua a spopolare nel 2024: c’è spazio anche per capi eleganti e chic. Instagram e gli altri social, riflettendo le passerelle di moda, sono pieni di post sui trend smartorial, quiet luxury e quiet outdoor, e sembra che anche questa tendenza si stia diffondendo nella realtà. Secondo la piattaforma, già il 20% degli utenti ha adottato questo stile. Dall’altra parte dello spettro, c’è la tendenza dello sportswear, che si è diffusa dai social a tutti gli outfit quotidiani. I capi sportivi si stanno infiltrando negli outfit di tutti i giorni, in ufficio o durante gli impegni fuori casa, con felpe con cappuccio, pantaloni comodi e chunky sneakers.

Come gli italiani spendono il proprio budget moda

Secondo il report annuale “Year in Review” del 24 gennaio 2024, che analizza il comportamento degli utenti di moda e anticipa le tendenze del 2024, gli eventi geopolitici degli ultimi anni hanno influenzato profondamente le spese degli italiani, compreso il budget mensile destinato agli acquisti di moda. Più di un terzo (36%) degli intervistati dichiara di destinare tra 50 e 100 euro allo shopping di moda, mentre per il 27% il budget si aggira tra 100 e 200 euro. L’84% degli italiani ha percepito un aumento generale dei prezzi e il 77% preferisce acquistare capi e accessori solo durante i saldi. Inoltre, sempre più consumatori (32%) scelgono di pagare in seguito utilizzando servizi come Klarna, Affirm, Afterpay, Skippay e Scalapay.

L’inflazione recente ha portato a una modifica delle abitudini di shopping degli utenti: più della metà (58%) dichiara di spendere meno in abiti e scarpe rispetto agli anni precedenti. A causa della situazione economica attuale, il 54% ha ridotto gli acquisti al minimo necessario, mentre il 42% acquista solo durante i saldi. Tuttavia, c’è anche una piccola percentuale (22%) che non ha rinunciato alle proprie scelte di moda nonostante l’aumento dei prezzi. Inoltre, una tendenza in crescita è quella di preferire capi premium: quasi un terzo degli utenti investe in prodotti di moda di qualità superiore, anche se più costosi, per garantire una maggiore durata nel tempo.

Copyright © 2023 Occhioche.it | Tutti i diritti riservati. Giornale Online di Notizie di KTP.agency | Email: info@ktp.agency | Questo blog non è una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001 | CoverNews by AF themes.