Omicidio Vannini: Sabato 23 Gennaio ore 21.15 Sul Nove, Selvaggia Lucarelli Intervista Antonio Ciontoli

Il nome di Marco Vannini è purtroppo un nome che fa un grande eco in Italia. La morte del giovane è avvenuta nella notte tra il 17 e il 18 Maggio del 2015; Ad ucciderlo un colpo di arma da fuoco, mentre si trovava a casa della fidanzata, Martina.
La corte di Appello d’Assise di Roma ha condannato a 14 anni  il padre della fidanzata di Marco, Antonio Ciontoli, per omicidio volontario con dolo eventuale; a 9 anni e 4 mesi per concorso anomalo in omicidio volontario la madre Maria,  Martina e Federico, il fratello. La famiglia Ciontoli, in attesa della Corte di Cassazione, è stata ritenuta quindi colpevole dell’Omicidio di Marco Vannini. Proprio alla Cassazione è ricorsa la famiglia, nominando un nuovo avvocato, sia per la condanna di Antonio Ciontoli che per quella della moglie ed i due figli. A difesa sostiene che la famiglia Ciontoli non avrebbe compreso la reale gravità del danno provocato, e quindi che Vannini si trovasse in pericolo di vita, per questo motivo contestano sia il “dolo eventuale” che la “colpa cosciente”.

Mentre la vicenda giudiziaria continua il suo corso, il caso procede anche sul piano mediatico dove Selvaggia Lucarelli, una delle poche voci fuori sulla vicenda, intervisterà proprio il presunto assassino di Vannini, Antonio Ciontoli

Sabato 23 gennaio alle 21:25 sul NOVE andrà in onda infatti l’intervista esclusiva
Sa che ogni qual volta lei sposta l’attenzione sul suo dolore la replica è che lei vuole impietosire, che lei non è la vittima, che sì, forse starà anche male ma Marco è al cimitero. Questo è quello che probabilmente sta pensando anche chi ci sta guardando”. Così la giornalista e conduttrice radio e tv  si rivolge ad Antonio Ciontoli nel corso del lungo faccia a faccia televisivo di Nove. “Allora diciamo che io parlo a me stesso, che è la parte più difficile”, spiega l’ex maresciallo della Marina militare. “E anche rivolgendomi a me stesso, forse il problema è proprio quello, non trovo risposte, non riesco a perdonarmi, e riesco addirittura a odiarmi”, conclude Ciontoli

Appuntamento, per conoscere l’intervista integrale, a sabato sera sul Nove