Scoperta sacche di sangue nei rifiuti, indagine ospedale San Martino

Scoperta sacche di sangue nei rifiuti, indagine ospedale San Martino - avvisatore.it

Sacche di sangue ritrovate presso l’impianto di smaltimento di Bolzaneto: indagine in corso

L’Ospedale San Martino di Genova ha annunciato il ritrovamento di alcune sacche di sangue presso l’impianto di smaltimento di Bolzaneto dell’azienda d’igiene urbana Amiu. La scoperta è stata fatta grazie al contributo degli operatori di Amiu e ha portato alla luce un possibile problema nel percorso di smaltimento delle sacche di sangue provenienti dal Policlinico.

La Direzione dell’ospedale ha immediatamente avviato un’indagine interna per capire cosa sia effettivamente accaduto. Secondo quanto reso noto, le sacche di sangue sono state tracciate dal momento della loro formazione fino al loro smaltimento, seguendo il protocollo aziendale. Inoltre, le sacche non sono contaminate e non rappresentano un rischio per la salute pubblica.

Il direttore sanitario del Policlinico, Gianni Orengo, si è recato sul posto del ritrovamento per valutare la situazione. L’ospedale ha spiegato che il percorso delle sacche di sangue prevede lo smaltimento tramite apposite bio box, che vengono poi raccolte in modo specifico per i materiali biologici. Tuttavia, sono in corso accertamenti per verificare se ci siano stati problemi in questo processo.

La direzione generale del Policlinico San Martino ha ringraziato il Comune di Genova, in particolare l’assessore Matteo Campora, e la direzione di Amiu per le segnalazioni immediate e la collaborazione attiva. L’ospedale si impegna a fare tutto il possibile per risolvere la situazione e garantire la sicurezza del percorso di smaltimento delle sacche di sangue.

Sacche di sangue ritrovate presso l’impianto di smaltimento di Bolzaneto: indagine in corso

L’Ospedale San Martino di Genova ha annunciato di aver ritrovato alcune sacche di sangue presso l’impianto di smaltimento di Bolzaneto dell’azienda d’igiene urbana Amiu. Secondo quanto reso noto, le sacche di sangue provengono dal Policlinico e sono state individuate grazie al contributo degli operatori di Amiu.

La Direzione dell’ospedale ha subito avviato un’indagine interna per capire cosa sia successo. L’ospedale ha assicurato che le sacche di sangue sono state tracciate dal momento della loro formazione fino al loro smaltimento, seguendo il protocollo aziendale. Inoltre, le sacche non sono contaminate e non rappresentano un rischio per la salute pubblica.

Il direttore sanitario del Policlinico, Gianni Orengo, si è recato sul posto del ritrovamento per valutare la situazione. L’ospedale ha spiegato che il percorso delle sacche di sangue prevede lo smaltimento tramite apposite bio box, che vengono poi raccolte in modo specifico per i materiali biologici. Tuttavia, sono in corso accertamenti per verificare se ci siano stati problemi in questo processo.

Ringraziamenti per la collaborazione nell’indagine sulle sacche di sangue ritrovate

La direzione generale del Policlinico San Martino ha espresso la propria gratitudine al Comune di Genova, in particolare all’assessore Matteo Campora, e alla direzione di Amiu per le segnalazioni immediate e la collaborazione attiva nell’indagine sulle sacche di sangue ritrovate. L’ospedale si impegna a fare tutto il possibile per risolvere la situazione e garantire la sicurezza del percorso di smaltimento delle sacche di sangue.