Sorella bergamasca in partenza per la Spagna alla ricerca della persona scomparsa a Malaga

Sorella Bergamasca In Partenza

Sorella bergamasca in partenza per la Spagna alla ricerca della persona scomparsa a Malaga - avvisatore.it

Scomparsa misteriosa di Roberta Cortesi: la famiglia cerca risposte

Sono passati dodici giorni da quando Roberta Cortesi, una donna di 36 anni originaria di Bergamo ma residente a Malaga da due anni, ha parlato per l’ultima volta con sua madre. Durante quella telefonata, avvenuta alle 12:15, Roberta ha rassicurato sua madre dicendole che stava per iniziare il lavoro e che l’avrebbe richiamata al termine del turno. Da quel momento, però, Roberta è sparita nel nulla e nessuno l’ha più vista.

L’avvocato Luca Gambirasio, che rappresenta la famiglia Cortesi, ha dichiarato all’Adnkronos che la teoria di un allontanamento volontario o di un gesto suicida è stata esclusa. La famiglia desidera fare chiarezza sulla scomparsa di Roberta, motivo per cui la sorella della donna partirà oggi per la Spagna. L’affittacamere in cui Roberta viveva ha affermato di aver ricevuto una chiamata da lei da un numero diverso, ma non può confermare con certezza se fosse effettivamente Roberta.

Il mistero intorno alla scomparsa di Roberta Cortesi si infittisce sempre di più. Ad oggi non si hanno notizie sulla sua sorte e non è chiaro se siano state prese in considerazione le tracce telefoniche o se siano state visionate le registrazioni delle telecamere di videosorveglianza presenti nelle vicinanze. Tuttavia, c’è qualcosa di ancora più inquietante. Secondo l’avvocato Gambirasio, la proprietaria della casa in cui Roberta viveva, che condivideva l’appartamento con lei, ha dichiarato di aver sentito Roberta entrare e uscire dopo soli due minuti, dicendo “ho perso il telefono, ciao”. La proprietaria sostiene che nella stanza non ci siano più gli effetti personali di Roberta. Ma come avrebbe fatto a portare via tutto in così poco tempo? E perché?

Secondo l’avvocato, Roberta era una persona tranquilla e spensierata. A settembre era tornata per qualche giorno a Osio Sotto, il suo paese natale. Al momento della scomparsa, non aveva una relazione sentimentale e il ragazzo con cui aveva avuto una relazione in passato ha dichiarato di non averla vista nelle due settimane precedenti alla sua sparizione. Gli amici con cui è stato possibile parlare non hanno riferito di circostanze strane o preoccupazioni da parte di Roberta. L’avvocato Gambirasio è convinto che la scomparsa di Roberta non sia stata volontaria e che ci sia qualcosa di più dietro tutto questo. Ha affermato: “Se avesse avuto un problema di qualunque tipo, sua madre lo avrebbe saputo. Ci metto la mano sul fuoco“.

La famiglia Cortesi è determinata a scoprire la verità sulla scomparsa di Roberta e spera che l’arrivo della sorella in Spagna possa portare nuove informazioni. Nel frattempo, l’intera comunità è in attesa di notizie e spera che Roberta venga ritrovata sana e salva.