Chef Nino Rossi presenta il Pig Calabria 2024 al Qafiz: un evento culinario imperdibile

Chef Nino Rossi Presenta Il Pi

Chef Nino Rossi presenta il Pig Calabria 2024 al Qafiz: un evento culinario imperdibile - avvisatore.it

“Pig Calabria”: una celebrazione culinaria unica nel suo genere

Un evento culinario unico nel suo genere, chiamato “Pig Calabria”, si terrà l’11 febbraio presso Casa Qafiz a Santa Cristina D’Aspromonte. Questo evento svelerà e rivelerà un mondo sconosciuto della tradizione culinaria calabrese legata al maiale. Nino Rossi, chef del ristorante Qafiz, una stella Michelin e patron di Casa Qafiz, sarà il protagonista di questa celebrazione culinaria.

Un nuovo abito per la tradizione culinaria calabrese

Nino Rossi, come la Fata Smemorina che veste Cenerentola per il gran ballo di corte, darà nuovo splendore a uno dei rituali più antichi della cucina calabrese: la preparazione del maiale. Rossi crede nell’importanza di guardare con curiosità alle altre cucine, ma allo stesso tempo riconosce la grande forza degli ingredienti calabresi come la sardella, la nduja, le melanzane sott’olio e i pomodori secchi. Questi ingredienti, secondo Rossi, non devono essere sminuiti, ma devono essere reinterpretati in modo innovativo.

Il rituale del maiale: una cerimonia collettiva

Il “Pig Calabria” si concentra sull’antico “rituale del maiale”, una cerimonia collettiva in cui tutta la famiglia partecipava con compiti diversi. Questo rituale coinvolgeva sapori e tecniche culinarie ormai quasi dimenticati. Secondo Rossi, questo evento rappresenta la sua visione sulla cucina calabrese, in cui l’energia di questi riti ancestrali e degli ingredienti locali si unisce a un nuovo abito. Questo equilibrio tra passato e innovazione dà nuova forza alla tradizione culinaria calabrese.

Partecipa al “Pig Calabria” per un’esperienza unica

Il “Pig Calabria” offre la possibilità di assaggiare piatti preparati da chef stellati provenienti da diverse regioni, che interpretano con grande emozione piatti a base di maiale. Ogni chef invitato potrà scegliere la parte del suino da interpretare, utilizzando diverse tecniche di cottura e ingredienti stagionali calabresi. Questo evento è un’occasione per condividere momenti di leggerezza e mettere in pausa i social media. Inoltre, l’evento è completamente plastic-free, con l’utilizzo di materiali biodegradabili e compostabili. Inoltre, tutte le parti dell’animale vengono utilizzate, evitando lo spreco alimentare.

Una ricetta da provare: “Micciuje”

Durante il “Pig Calabria”, lo chef Nino Rossi suggerisce di provare una ricetta tradizionale calabrese chiamata “Micciuje”. Questo piatto viene preparato utilizzando le parti del maiale non utilizzate per i salumi, che vengono bollite nella sugna del maiale in un paiolo di rame su dei carboni. Una volta raffreddati, i pezzettini di carne che rimangono sul fondo vengono prelevati insieme alla sugna e trasformati in una sorta di gelatina.

Per preparare il “Micciuje”, si taglia a rondelle la parte verde dei cipollotti di Tropea e si fa cuocere in padella con la gelatina di maiale al posto dell’olio. Una volta cotto, si aggiunge una macinata di pepe nero e si cuoce un uovo all’occhio di bue. Questo piatto può essere gustato con pane di grano Jermano (segale calabrese).

Il “Pig Calabria” è un viaggio collettivo nel tempo, illuminato da chef e materie prime di alta qualità, che permette di riscoprire un rito ancestrale con uno sguardo contemporaneo. Questo evento offre l’opportunità di aprire mente e cuore alla tradizione culinaria calabrese. Per maggiori dettagli sull’evento e per prenotare, è possibile visitare il sito dedicato.

Copyright © 2023 Occhioche.it | Tutti i diritti riservati. Giornale Online di Notizie di KTP.agency | Email: info@ktp.agency | Questo blog non è una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001 | CoverNews by AF themes.