Paziente oncologico: rischio infezioni, avverte Fondazione Aiom

Paziente Oncologico Rischio I

Paziente oncologico: rischio infezioni, avverte Fondazione Aiom - avvisatore.it

Prevenzione e vaccinazioni: la cura del paziente oncologico

Il presidente della Fondazione Aiom, Saverio Cinieri, ha sottolineato l’importanza della prevenzione e delle vaccinazioni per i pazienti oncologici durante il convegno “Oncologia del Futuro: Centrata sul Paziente”. Secondo Cinieri, i pazienti oncologici sono particolarmente vulnerabili alle infezioni e devono essere protetti il più possibile per evitare ritardi nella terapia. A tal fine, è fondamentale che i pazienti siano vaccinati contro l’influenza, l’Herpes Zoster, l’epatite, le polmoniti pneumococciche e anche il Covid-19. Cinieri ha sottolineato l’importanza di fare tutto il possibile per evitare infezioni e garantire che la strategia terapeutica non venga compromessa. “In termini di prevenzione, questo è molto importante”, ha affermato.

Uno stile di vita sano per prevenire il cancro

Un altro aspetto cruciale della prevenzione, secondo Cinieri, è adottare uno stile di vita sano. Ciò significa smettere di fumare, evitare l’alcol, seguire una dieta mediterranea e fare attività fisica. In particolare, Cinieri ha evidenziato il problema dell’obesità infantile in Italia, soprattutto nelle regioni del Sud, che rappresenta un fattore di rischio per lo sviluppo del cancro prima dei 40 anni. “Dobbiamo lavorare su questo perché l’obesità dei nostri bambini è un problema serio”, ha affermato Cinieri. Inoltre, Cinieri ha sottolineato l’importanza di aderire ai programmi nazionali di screening, come la mammografia, il test del sangue occulto, il test delle feci per il tumore del colon e il Pap test per la cervice uterina, per individuare precocemente eventuali segni di cancro.

Il futuro della prevenzione: nuovi test di screening e vaccinazioni

Cinieri ha parlato anche del futuro della prevenzione oncologica, evidenziando l’importanza di nuovi test di screening. Ad esempio, il Pap test sta diventando obsoleto e viene sostituito da un test del DNA che rileva la presenza del virus HPV, un fattore di rischio per il cancro. Cinieri ha sottolineato l’importanza di vaccinare gli adolescenti contro l’HPV per ridurre la diffusione del virus. Inoltre, ha evidenziato l’importanza del sistema di screening per il cancro ai polmoni, che utilizza la tomografia computerizzata a spirale per individuare la malattia in fase precoce. Infine, Cinieri ha concluso sottolineando l’importanza di continuare a promuovere uno stile di vita sano come strumento fondamentale per la prevenzione del cancro. “È ciò che ci salverà”, ha affermato.

In conclusione, la prevenzione e le vaccinazioni sono fondamentali per la cura del paziente oncologico. È importante proteggere i pazienti dalle infezioni attraverso la vaccinazione e promuovere uno stile di vita sano per ridurre i fattori di rischio. Inoltre, il futuro della prevenzione oncologica si basa su nuovi test di screening e vaccinazioni, che consentiranno di individuare precocemente il cancro e ridurre la sua diffusione. La prevenzione e la promozione di uno stile di vita sano sono le chiavi per combattere questa malattia e garantire una migliore qualità di vita ai pazienti oncologici.

Copyright © 2023 Occhioche.it | Tutti i diritti riservati. Giornale Online di Notizie di KTP.agency | Email: info@ktp.agency | Questo blog non è una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001 | CoverNews by AF themes.