Un tentativo folle: donna porta il cadavere dello zio in banca per un prestito

Un Tentativo Folle Donna Port

Un tentativo folle: donna porta il cadavere dello zio in banca per un prestito - Occhioche.it

Panoramica sull’incredibile episodio in Brasile

In Brasile, una donna di nome Erika de Souza Vieira Nunes ha generato scalpore portando il cadavere del proprio zio in banca per ottenere un prestito di 3mila euro. La situazione ha destato sospetti quando gli impiegati hanno notato che l’uomo sulla sedia a rotelle non si muoveva e aveva la testa reclinata all’indietro. La tragica scoperta ha svelato un tentativo sconcertante di truffa che ha portato alla denuncia della donna per frode e vilipendio di cadavere.

La scena surreale catturata dalle telecamere di sorveglianza

La situazione incredibile è stata registrata dalle telecamere di sorveglianza della banca e da un impiegato che ha assistito con incredulità alla vicenda. Il fatto ha avuto luogo a Bangu, distretto di Rio de Janeiro, scatenando un’allerta tra i presenti che hanno prontamente chiamato le forze dell’ordine. La mancanza di reazione da parte dell’uomo, identificato come Roberto Braga, ha sollevato dubbi sulla situazione, portando alla denuncia della donna coinvolta nella vicenda.

Le indagini in corso e le accuse rivolte alla donna

Le autorità locali sono intervenute per indagare sull’accaduto e valutare le responsabilità della donna, Erika de Souza Vieira Nunes, accusata di truffa e vilipendio di cadavere. Il commissario Fábio Luiz ha chiarito che la donna ha cercato di far passare la firma del cadavere come autentica, mentre l’avvocato della donna si è espresso con sicurezza sostenendo che lo zio era ancora vivo al momento della visita in banca. Tuttavia, il medico legale ha confermato la morte dell’uomo da diverse ore, gettando ulteriori ombre sulla vicenda.

Copyright © 2023 Occhioche.it | Tutti i diritti riservati. Giornale Online di Notizie di KTP.agency | Email: info@ktp.agency | Questo blog non è una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001 | CoverNews by AF themes.