Vaia: Prevenzione, la chiave del cambiamento

Vaia Prevenzione La Chiave D

Vaia: Prevenzione, la chiave del cambiamento - avvisatore.it

La prevenzione come attrice del cambiamento: il contributo della salute pubblica

Francesco Vaia, direttore generale della Prevenzione sanitaria del Ministero della Salute, ha sottolineato l’importanza della prevenzione come strumento per affrontare le sfide del sistema sanitario. Durante il convegno “Oncologia del Futuro: Centrata sul Paziente”, Vaia ha evidenziato come le malattie cronico-degenerative rappresentino un peso significativo per il sistema e come la prevenzione possa contribuire alla sostenibilità del sistema stesso.

Prevenire per intervenire sulla domanda

Secondo Vaia, la prevenzione delle malattie oncologiche può avere un impatto significativo sulla domanda di cure. “Noi siamo abituati a intervenire sull’offerta ma questa è una vecchia legge di mercato. Il segreto è intervenire sulla domanda”, ha affermato Vaia. Prevenire le malattie oncologiche, che possono essere prevenute fino al 40%, significa agire in modo proattivo e ridurre la necessità di cure costose e impegnative. La prevenzione può quindi essere un vero e proprio motore di cambiamento e contribuire alla sostenibilità del sistema sanitario.

Alleanze per una salute integrata

Vaia ha sottolineato l’importanza di creare alleanze tra diversi settori, come scuola e famiglia, istruzione e sanità, per affrontare le sfide del sistema sanitario in modo più efficace. “Bisogna fare di più, bisogna essere proattivi, portando il sistema nel suo complesso a essere intersettoriale, non lasciando il compito di risolvere tutto solo alla sanità”, ha affermato Vaia. Questo approccio integrato può favorire una maggiore consapevolezza individuale e promuovere uno stile di vita sano sin dalla giovane età.

Il calendario della salute come strumento di prevenzione

Vaia ha sottolineato l’importanza di un approccio proattivo a livello individuale e ha evidenziato il ruolo del “calendario della salute”. Questo strumento consiste nel segnare le tappe importanti e fondamentali della propria vita, come le vaccinazioni dell’infanzia e gli esami di screening, al fine di promuovere una maggiore consapevolezza e responsabilità verso la propria salute. “È importante che ciascuno di noi si faccia carico di ciò che deve fare, perché è fondamentale volersi bene, vivere più a lungo e aggiungere all’età anche maggiore qualità di vita”, ha affermato Vaia.

Proteggere i pazienti più fragili

Infine, Vaia ha sottolineato l’importanza di proteggere i pazienti più fragili attraverso politiche di immunizzazione. Ha evidenziato l’importanza di effettuare vaccinazioni contro l’influenza e l’Herpes Zoster, sia per i pazienti stessi che per i caregiver che sono a contatto con pazienti anziani o fragili. Queste pratiche di immunizzazione possono contribuire a ridurre il rischio di complicazioni e migliorare la qualità della vita dei pazienti più vulnerabili.

In conclusione, la prevenzione rappresenta un elemento chiave per affrontare le sfide del sistema sanitario. Attraverso un approccio proattivo e integrato, è possibile ridurre l’impatto delle malattie cronico-degenerative e promuovere uno stile di vita sano. La consapevolezza individuale e il calendario della salute possono essere strumenti efficaci per favorire una maggiore responsabilità verso la propria salute. Inoltre, la protezione dei pazienti più fragili attraverso politiche di immunizzazione può contribuire a migliorare la qualità della vita di coloro che sono più vulnerabili.

Copyright © 2023 Occhioche.it | Tutti i diritti riservati. Giornale Online di Notizie di KTP.agency | Email: info@ktp.agency | Questo blog non è una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001 | CoverNews by AF themes.