Agente sorpreso con droga in carcere, punta pistola e fugge

Agente Sorpreso Con Droga In C

Agente sorpreso con droga in carcere, punta pistola e fugge - avvisatore.it

Agente di polizia penitenziaria arrestato per tentativo di introduzione di sostanze stupefacenti in carcere

Un agente di polizia penitenziaria è stato arrestato a Battipaglia, in provincia di Salerno, dopo essere fuggito dal carcere di Salerno. Secondo le indagini, l’uomo è stato sorpreso dai cani delle Fiamme Gialle mentre cercava di introdurre sostanze stupefacenti nella casa circondariale di Fuorni durante un’attività di prevenzione.

L’agente, una volta scoperto, ha reagito in modo violento, puntando la sua pistola d’ordinanza sia contro la sua comandante che contro i militari della Finanza. Successivamente, ha cercato di fuggire in auto, ma è stato fermato e arrestato dalla Finanza a Battipaglia.

Il presidente e il segretario regionale dell’Uspp, Giuseppe Moretti e Ciro Auricchio, hanno commentato l’accaduto, sottolineando la delusione per il tradimento della fiducia dello Stato e dei colleghi da parte dell’agente. Hanno anche evidenziato la dedizione e il sacrificio quotidiani degli agenti di polizia penitenziaria nel garantire la legalità nelle carceri, nonostante la carenza di personale. In particolare, hanno sottolineato che a Salerno mancano 60 agenti e in Campania ne mancano 700.

Il sindacato ha espresso piena solidarietà alla comandante del carcere di Salerno, evidenziando l’impegno costante degli agenti nel mantenere l’ordine e la sicurezza interna nonostante le difficoltà.

In conclusione, l’arresto dell’agente di polizia penitenziaria per il tentativo di introduzione di sostanze stupefacenti in carcere rappresenta un grave tradimento della fiducia dello Stato e dei colleghi. L’episodio evidenzia anche la carenza di personale nelle carceri italiane, che mette a dura prova gli agenti nel garantire la legalità e la sicurezza all’interno delle strutture penitenziarie.