Arrestati due affiliati Isis per attacco a chiesa italiana a Istanbul

Arrestati Due Affiliati Isis P

Arrestati due affiliati Isis per attacco a chiesa italiana a Istanbul - avvisatore.it

Sospetti affiliati all’Isis arrestati per l’attacco a una chiesa cattolica di Istanbul

Le autorità turche hanno annunciato di aver arrestato due persone sospettate di essere affiliate allo Stato Islamico (Isis) per l’attacco mortale contro una chiesa cattolica di Santa Maria a Istanbul. Il ministro degli Interni della Turchia, Ali Yerlikaya, ha confermato che entrambi gli arrestati sono stranieri, uno cittadino ceceno con passaporto russo e l’altro di nazionalità tagika.

Secondo il ministro turco, “Riteniamo che entrambi gli individui, uno dal Tagikistan e l’altro dalla Russia, sono affiliati all’Isis”. Le indagini sono ancora in corso per determinare il coinvolgimento preciso dei due arrestati nell’attacco terroristico che ha causato la morte di una persona.

Le indagini in corso per stabilire il coinvolgimento degli arrestati

Le autorità turche stanno attualmente conducendo indagini approfondite per determinare il coinvolgimento preciso dei due individui arrestati nell’attacco alla chiesa cattolica di Santa Maria. Si stanno analizzando prove e testimonianze al fine di raccogliere informazioni cruciali per il caso.

Nonostante le prime ipotesi che li collegano all’Isis, è necessario attendere i risultati delle indagini per confermare definitivamente il coinvolgimento degli arrestati nell’attacco terroristico. Le autorità turche stanno lavorando a stretto contatto con le forze di sicurezza internazionali per ottenere ulteriori informazioni sulle attività e le connessioni dei sospetti.

La Turchia continua la lotta contro il terrorismo

L’arresto dei due individui sospettati di essere affiliati all’Isis rappresenta un passo importante nella lotta della Turchia contro il terrorismo. Il paese ha subito diversi attacchi terroristici negli ultimi anni, con gruppi come l’Isis che hanno preso di mira sia le forze di sicurezza che i civili.

Il governo turco ha adottato misure rigorose per contrastare il terrorismo e ha intensificato la cooperazione internazionale per affrontare questa minaccia globale. L’arresto dei due sospetti dimostra l’impegno delle autorità turche nel garantire la sicurezza dei propri cittadini e nel perseguire coloro che cercano di seminare il terrore nel paese.

La Turchia continuerà a combattere il terrorismo con determinazione, lavorando a stretto contatto con la comunità internazionale per contrastare questa minaccia globale. La sicurezza e la stabilità del paese rimangono una priorità assoluta, e gli sforzi per prevenire futuri attacchi terroristici saranno costanti e incrollabili.

Copyright © 2023 Occhioche.it | Tutti i diritti riservati. Giornale Online di Notizie di KTP.agency | Email: info@ktp.agency | Questo blog non è una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001 | CoverNews by AF themes.