Arrestato anarchico a Firenze per blocco Alta velocità

Arrestato Anarchico A Firenze

Arrestato anarchico a Firenze per blocco Alta velocità - avvisatore.it

Italiano Anarchico Accusato di Attentato alla Sicurezza dei Trasporti

La Procura di Firenze ha contestato ad Italiano Anarchico reati gravi legati alla sicurezza dei trasporti e alla rimozione dolosa di cautele contro infortuni sul lavoro, con l’aggravante della finalità terroristica. L’accusa si riferisce a un’azione avvenuta l’8 agosto dell’anno scorso in una galleria nell’Alta Velocità ferroviaria fiorentina. Questo gesto ha causato l’interruzione della linea per diverse ore, generando notevoli ritardi nella circolazione dei treni.

  • L’azione ha determinato gravi conseguenze sull’intera rete ferroviaria, mettendo a rischio la sicurezza dei passeggeri e del personale di bordo.

Arresti Domiciliari per l’Indagato e Misure di Sicurezza

La Digos di Firenze ha eseguito stamattina un’ordinanza di arresti domiciliari nei confronti dell’indagato, con divieto assoluto di comunicare con persone diverse da coloro con cui convive e l’applicazione di un braccialetto elettronico. Questa misura è stata disposta dal Gip di Firenze per garantire il rispetto delle norme e la sicurezza pubblica. Durante l’azione, sono stati danneggiati apparecchi cruciali per il monitoraggio dell’infrastruttura ferroviaria, come un quadro elettrico, un piezometro e il relativo modem per la trasmissione dati.

  • Il sabotaggio delle telecamere di videosorveglianza ha impedito il monitoraggio della galleria Scheggianico, compromettendo potenzialmente il soccorso in caso di emergenza.

Investigazione sull’Autore Presunto dell’Attentato

Gli investigatori hanno individuato che l’indagato avrebbe disalimentato con violenza i cavi delle telecamere di videosorveglianza, compromettendo la sicurezza e l’efficienza del sistema di monitoraggio della galleria. Questo gesto ha messo in pericolo non solo la struttura stessa, ma anche la possibilità di intervenire prontamente in situazioni di emergenza. La gravità dell’azione e le sue implicazioni sulla sicurezza pubblica hanno portato all’adozione di misure restrittive per garantire la tutela dell’ordine e della legalità.

La rimozione delle cautele di sicurezza e il danneggiamento dell’infrastruttura ferroviaria rappresentano una minaccia seria per la sicurezza dei trasporti e per la vita dei viaggiatori, ha dichiarato un portavoce delle autorità competenti.