Aumento dei prezzi per San Valentino: cioccolatini e fiori colpiti

Aumento dei prezzi per San Valentino: cioccolatini e fiori colpiti - avvisatore.it

San Valentino: Regali per gli Innamorati

Mancano meno di 24 ore alla festa di San Valentino e per gli innamorati è giunta l’ora di scegliere quale regalo fare al partner. La scatola di cioccolatini è un grande classico: ogni anno in Italia, secondo Unionfood, se ne producono più di 170mila tonnellate tra confezionati e sfusi, per un giro d’affari totale di oltre 3,2 miliardi di euro. Chi sceglie la via della dolcezza però deve sapere che, secondo il Codacons, spenderà il 2,3% in più dell’anno scorso, il 5,4% in più se i dolci sono acquistati in pasticceria.

Non bisogna nemmeno dimenticare che le confezioni speciali, disegnate per una ricorrenza ad hoc come appunto è la festa di San Valentino, mediamente sono più costose delle confezioni normali pur contenendo lo stesso tipo di cioccolato. Attenzione anche al fenomeno, recentemente denunciato da Altroconsumo, della cosiddetta shrinkflation, cioè la diminuzione del peso di un prodotto che continua però ad essere venduto al prezzo di sempre. Se c’è un cioccolatino simbolo di San Valentino, sono i Baci Perugina: ebbene, la Nestlé proprietaria del marchio ha recentemente dovuto confermare che la dimensione dei Baci è stata “rivista” passando da 14,3 a 12,5 grammi.

Fiori: Un Regalo Classico

Secondo il sito online della Coldiretti, un italiano su due si starebbe orientando sul mazzo di fiori. San Valentino tradizionalmente rappresenta uno dei momenti più importanti per il settore florovivaistico nazionale, che vale oggi 3,14 miliardi di euro e dà lavoro a 200mila persone. I costi di produzione, dai fertilizzanti agli imballaggi, nell’ultimo anno sono più che raddoppiati, ricordano gli agricoltori. Ma anche i costi dei bouquet sono cresciuti, secondo il Codacons siamo al 4% in più. E poi, anche qui, bisogna stare attenti: alle rose dal Kenya, che – sostiene la Coldiretti – sono il frutto di lavoro sottopagato, ma anche ai fiori importati dalla Colombia, dove a essere penalizzate sul lavoro sono le donne.

Cene Romantiche e Weekend Fuori Porta

Per le cene romantiche l’anno scorso gli italiani – stima la Fipe – hanno speso 270 milioni di euro in una notte e per il menu di domani, ricorda l’Unione consumatori, bisognerà mettere in conto di pagare il 3,8% in più. Un weekend fuori porta? È un’opzione piuttosto costosa: i rincari, per un pacchetto vacanza nazionale, secondo il Codacons sono nell’ordine del 6,9%, con i voli interni schizzati addirittura dell’11%. Più impegnativo di tutti, domani, sarà regalare rispetto: ma è gratis, resta il dono più bello e ce ne vorrebbe davvero di più.