Aumento preoccupante di infezioni sessualmente trasmissibili tra i giovani milanesi: dalla sifilide all’HPV

Aumento Preoccupante Di Infezi

Aumento preoccupante di infezioni sessualmente trasmissibili tra i giovani milanesi: dalla sifilide all'HPV - avvisatore.it

Boom di malattie sessualmente trasmissibili a Milano: un fenomeno in aumento

Le malattie sessualmente trasmissibili (MST) stanno vivendo un vero e proprio boom a Milano, con un aumento preoccupante di casi di sifilide, gonorrea, clamidia, micoplasma e infezioni da HIV. Secondo l’infettivologo Andrea Gori, presidente dell’associazione Anlaids Lombardia, “fra i giovani abbiamo un aumento delle infezioni”. Questo fenomeno non riguarda solo l’Italia, ma è un problema diffuso in tutta Europa.

Aumento delle infezioni e mancata vaccinazione

L’aumento delle infezioni sessualmente trasmissibili a Milano è evidente, con un incremento del 200% dei casi di sifilide negli ultimi 4 anni. Inoltre, nonostante l’esistenza del vaccino, si registrano ancora numerosi casi di infezione da HPV. Secondo Gori, “non si vaccinano i figli, perché sono ‘santi’, sono bravissimi, eppure si infettano”. Questo dimostra una diffidenza nei confronti della vaccinazione che non ha attecchito come dovrebbe. Il risultato è un aumento dei casi di HPV tra giovani donne e uomini non vaccinati.

Milano e le grandi metropoli: un trend in linea con le capitali europee

Il trend al rialzo delle infezioni sessualmente trasmissibili a Milano è in linea con quello delle grandi metropoli come Barcellona, Madrid, Berlino, Parigi e Londra. Milano, come queste capitali europee, è una città che attira molte persone durante il weekend, provenienti da diverse città della regione e anche da fuori regione. Questo fenomeno è particolarmente presente nelle comunità gay, ma anche la comunità eterosessuale si avvicina sempre di più a una sessualità promiscua.

L’importanza dell’educazione sessuale e della prevenzione

Secondo Gori, l’uso del preservativo è quasi inesistente in questo mondo di “mordi e fuggi”. È quindi fondamentale parlare con i ragazzi ed educarli, renderli consapevoli fin dalle scuole. “Abbiamo un obiettivo: arrivare a zero nuovi contagi”, afferma Gori. Per raggiungere questo obiettivo, è necessario coinvolgere insegnanti, ragazze e ragazzi. L’associazione Anlaids Lombardia ha avviato il progetto ‘Dimmi’, che mira a capire le idee e i desideri dei giovani riguardo ai sentimenti e alle emozioni, fornendo loro strumenti e consigli per una sessualità consapevole e responsabile.

Il 14 febbraio, in occasione della festa di San Valentino, si terrà il primo appuntamento pubblico di ‘Dimmi’ a Milano, in piazza San Babila. Durante l’evento, si parlerà di prevenzione e si leggeranno alcune testimonianze raccolte. Saranno presenti anche ospiti speciali come il content creator RichardHTT, che ha reinterpretato il red ribbon, il fiocchetto rosso simbolo della lotta all’AIDS, e il gruppo di artisti Plus(m)on, che realizzeranno una performance tra musica e danza.

In conclusione, è fondamentale affrontare il tema delle MST con i ragazzi e le ragazze, che spesso sono impreparati. La sessualità deve essere vissuta in modo consapevole e responsabile, con un’attenzione particolare al valore dei sentimenti e delle emozioni. L’educazione sessuale e la prevenzione sono strumenti essenziali per contrastare la diffusione delle infezioni sessualmente trasmissibili e raggiungere un futuro senza nuovi contagi.

Copyright © 2023 Occhioche.it | Tutti i diritti riservati. Giornale Online di Notizie di KTP.agency | Email: info@ktp.agency | Questo blog non è una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001 | CoverNews by AF themes.