Bari in fermento: La commissione del Viminale scuote la città

Bari In Fermento La Commissio

Bari in fermento: La commissione del Viminale scuote la città - Occhioche.it

La tensione a Bari continua a salire in seguito all’annuncio del sindaco Antonio Decaro riguardo all’invio da parte del Viminale di una commissione d’accesso in risposta agli arresti per voto di scambio politico-mafioso. Questa mossa ha scatenato un’onda di polemiche e speculazioni politiche, portando la città ad uno stato di agitazione senza precedenti.

La mobilitazione di Bari in difesa del Sindaco Decaro

La popolazione di Bari si prepara a unirsi in una manifestazione di solidarietà verso il sindaco Decaro, programmando una grande protesta che vedrà la partecipazione di cittadini, associazioni, studenti e sindacati con lo slogan ‘Giù le mani da Bari’. L’evento, previsto a pochi mesi dalle elezioni amministrative, si propone di difendere l’immagine della città e mostrare un fronte unito contro le presunte infiltrazioni criminali.

Le reazioni politiche: le polemiche e le accuse

L’invio della commissione d’accesso ha scatenato una serie di reazioni politiche contrastanti. Mentre il Partito Democratico e altri gruppi di sinistra si sono espressi a sostegno del sindaco Decaro, il centrodestra ha sollevato dubbi sulla trasparenza e le reali intenzioni dietro questa decisione. Maurizio Gasparri, presidente dei senatori di Forza Italia, ha sottolineato che la scelta del candidato sindaco non sarà influenzata dai risultati dell’inchiesta della commissione, alimentando ulteriori speculazioni e tensioni.

L’indagine e le conseguenze degli arresti

La recente operazione ‘Codice interno’, che ha portato all’arresto di 130 persone per presunto coinvolgimento in un sistema di voto di scambio politico-mafioso, ha scosso profondamente la città di Bari. I casi di Carmen Lorusso, consigliera comunale, e suo marito Giacomo Olivieri, hanno evidenziato presunte collusione con ambienti criminali, gettando un’ombra sul panorama politico locale.

La nomina dei componenti della commissione d’accesso

Il Viminale ha reso noti i nomi dei componenti della commissione incaricata dell’accesso al Comune di Bari. Tra di essi spiccano figure quali Claudio Sammartino, prefetto in quiescenza; Antonio Giannelli, viceprefetto; Pio Giuseppe Stola, maggiore dello Scico della Guardia di Finanza. Questo passo simbolico rende evidente l’urgenza e la serietà con cui si intende affrontare la questione delle presunte infiltrazioni criminali nella gestione amministrativa della città.