Cugino accoltella parente durante discussione sulle pulizie, arresto

Cugino Accoltella Parente Dura

Cugino accoltella parente durante discussione sulle pulizie, arresto - avvisatore.it

Arrestato dopo una lite per le pulizie di casa: un uomo accoltella il cugino

Un violento litigio tra due cugini a Reggio Emilia è terminato con un arresto e un ricovero in ospedale. Ieri mattina, un uomo di 30 anni di origine nigeriana è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di lesioni personali aggravate. La vittima, un 26enne, è stata portata in ospedale, dove è tuttora ricoverata con una prognosi di 15 giorni.

La discussione è iniziata per l’acquisto di un “mocio” per pulire i pavimenti, su cui i due cugini, che condividono un appartamento, non erano d’accordo. La situazione è rapidamente degenerata in violenza, con il 30enne che ha estratto un coltello e ha colpito il familiare con due fendenti alla gamba e al collo. I vicini di casa, udendo le grida di dolore, hanno immediatamente chiamato i carabinieri, che già conoscevano i due a causa di frequenti liti domestiche.

Una volta sul posto, i militari hanno trovato la vittima a terra e hanno chiamato un’ambulanza per i soccorsi. Successivamente, hanno arrestato l’aggressore, che inizialmente si è mostrato riluttante ma poi ha collaborato indicando il luogo in cui aveva gettato il coltello, ancora sporco di sangue. L’arma è stata rinvenuta in giardino e sequestrata.

I precedenti episodi di violenza domestica

Non è la prima volta che i carabinieri intervengono per risolvere litigi domestici tra i due cugini. In passato, sono stati chiamati più volte a causa di frequenti liti tra i due conviventi. Questo episodio di violenza estrema ha portato all’arresto del 30enne, che ora dovrà rispondere dell’accusa di lesioni personali aggravate.

La reazione dei vicini e l’intervento delle forze dell’ordine

I vicini di casa sono stati fondamentali nel fermare la violenza e chiamare i carabinieri. Udendo le grida di dolore provenire dall’appartamento dei due cugini, hanno prontamente allertato le forze dell’ordine. Grazie alla loro tempestiva reazione, i carabinieri sono arrivati sul posto in breve tempo e hanno potuto fornire assistenza alla vittima e arrestare l’aggressore.

Questo episodio tragico mette in luce l’importanza di una comunità attenta e pronta a intervenire in situazioni di emergenza. La violenza domestica è un problema serio che richiede l’attenzione di tutti.