“Dichiarazione Iva precompilata 2024: destinatari e nuove regole”

"Dichiarazione Iva precompilata 2024: destinatari e nuove regole" - avvisatore.it

Precompilata Iva: attivo il servizio per professionisti e imprese

È ora possibile accedere al servizio di precompilazione Iva per circa 2,4 milioni di professionisti e imprese. L’Agenzia delle Entrate ha già compilato in parte il modello 2024, che può essere visualizzato dai contribuenti. A partire dal 15 febbraio, sarà possibile modificare o integrare i dati, inviare la dichiarazione e versare l’imposta.

Chi può utilizzare il servizio

Il servizio è disponibile per le imprese e i lavoratori autonomi che rientrano nella platea definita dai provvedimenti dell’8 luglio 2021 e del 12 gennaio 2023. Sono inclusi i soggetti passivi residenti e stabiliti in Italia che effettuano la liquidazione trimestrale, ad eccezione di alcune categorie con regimi speciali ai fini Iva, come le agenzie di viaggio e gli operatori nel settore dell’editoria. Anche i produttori agricoli e gli agriturismi rientrano nel servizio.

Come visualizzare e modificare la dichiarazione

Per visualizzare la dichiarazione annuale, è necessario accedere al portale “Fatture e corrispettivi” con le proprie credenziali. All’interno del portale, è presente la sezione dedicata ai documenti Iva precompilati, dove si trova la “Dichiarazione annuale Iva”. A partire dal 15 febbraio, sarà possibile modificare e integrare i quadri del modello, aggiungere i quadri non precompilati, inviare la dichiarazione e versare l’imposta direttamente sul proprio conto o tramite il modello F24 precompilato.

Nel corso del 2023, sono state introdotte nuove funzionalità per i registri Iva precompilati, che consentono di indicare ulteriori dati utili per elaborare la dichiarazione in modo più preciso. Ad esempio, è possibile indicare le percentuali di compensazione applicate alla cessione dei prodotti per le imprese che adottano il regime speciale dell’agricoltura e specificare se l’Iva è stata versata con F24 nei casi di splafonamento. Altre implementazioni riguardano le operazioni effettuate dal 1° gennaio 2024, consentendo ai destinatari dei documenti Iva precompilati e ai loro intermediari di scaricare in modo massivo le bozze dei registri Iva mensili, i prospetti riepilogativi mensili e trimestrali, le bozze delle comunicazioni delle liquidazioni periodiche e la bozza della dichiarazione Iva annuale.

Questo servizio semplifica la compilazione e l’invio della dichiarazione Iva per i professionisti e le imprese, offrendo un’opportunità di risparmio di tempo e risorse. È importante assicurarsi di verificare attentamente i dati precompilati e apportare eventuali modifiche o integrazioni necessarie entro i termini stabiliti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *