Filippo Turetta, la criminologa: Dopo omicidio di Giulia Cecchettin non escludo il suo suicidio

Filippo Turetta La Criminolog 1

La psicologa e criminologa Flaminia Bolzan spiega il possibile motivo che ha spinto Filippo a uccidere Giulia Cecchettin, dopo il ritrovamento del corpo della ragazza.

Secondo Bolzan, Filippo non aveva pianificato l’omicidio, ma sicuramente aveva già deciso di non far laureare Giulia. Aveva una forte paura di separarsi da lei e non accettava l’idea che potesse andare avanti con la sua vita senza di lui.

La tempistica dell’omicidio sembra essere legata alla prossima laurea di Giulia, che avrebbe dovuto svolgersi giovedì scorso. Bolzan sostiene che Filippo non è riuscito a gestire il disagio e l’ansia che provava per la separazione e ha preferito ucciderla.

L’esperta sottolinea l’inquietante brutalità dell’aggressione, che sembra essere avvenuta in più momenti. Filippo avrebbe prima aggredito Giulia a mani nude e poi l’avrebbe fatta cadere mentre cercava di scappare, per poi trascinarla in macchina. Questo dimostra una chiara intenzionalità da parte del ragazzo.

Secondo Bolzan, Filippo si è sbarazzato del corpo quasi immediatamente, poiché il lago di Barcis è uno dei primi posti in cui l’auto è stata vista. Ora l’obiettivo è trovare Filippo, che potrebbe trovarsi in un luogo dove può nascondersi senza l’aiuto di nessuno. Non si può escludere la possibilità di un omicidio-suicidio o di un gesto del genere da parte di Filippo.