Geo Barents approda a Genova: 165 migranti salvati in acque libiche a bordo

Geo Barents Approda A Genova

Geo Barents approda a Genova: 165 migranti salvati in acque libiche a bordo - Occhioche.it

‘imbarcazione Geo Barents, impegnata nelle operazioni di ricerca e soccorso di Medici Senza Frontiere, ha fatto il suo ingresso nel porto di Genova con un carico umano di 165 migranti, tratti in salvo dalle pericolose acque libiche. Un viaggio della speranza, intrapreso da uomini, donne e bambini in cerca di una vita migliore, che ha trovato il suo epilogo nella città ligure.

“Sbarchi a Genova: la Geo Barents porta in salvo 165 migranti, tra cui minori e donne incinte”

‘imbarcazione, che ha solcato le acque del Mediterraneo per raggiungere le coste italiane, ha recuperato 109 persone da un gommone e altre 37 da una barca in vetroresina. Tra i passeggeri, 33 minori, di cui una trentina non accompagnati, e diverse donne, due delle quali in attesa di un bambino. Una comunità eterogenea, proveniente principalmente dall’Eritrea, che ha affrontato un viaggio lungo e pericoloso in cerca di un futuro migliore.

“Tragedia in mare: 11 cadaveri recuperati durante la navigazione”

La traversata della Geo Barents verso Genova è stata purtroppo costellata da momenti di tragedia. Durante il viaggio, l’equipaggio ha recuperato in mare 11 corpi senza vita, successivamente trasbordati su una motovedetta della Guardia costiera nei pressi di Lampedusa. Una triste testimonianza delle difficoltà e dei rischi che i migranti affrontano durante la loro fuga verso l’Europa.

“Il cambio di rotta: da Civitavecchia a Genova, 657 miglia nautiche in più”

Inizialmente, alla Geo Barents era stato assegnato il porto di Civitavecchia come destinazione per lo sbarco dei migranti. Tuttavia, la nave ha ricevuto successivamente l’indicazione di dirigersi verso Genova, un cambio di rotta che ha comportato un allungamento del percorso di ben 657 miglia nautiche.

“‘arrivo a Genova: visite mediche e accoglienza per i migranti”

Al loro arrivo nel capoluogo ligure, i migranti sono stati sottoposti a una prima visita medica da parte dell’Usmaf, la sanità marittima. Successivamente, hanno lasciato la nave per recarsi nella tensostruttura appositamente allestita dalla Croce Rossa, dove hanno ricevuto le cure necessarie e un’adeguata accoglienza. Tra le figure presenti sul posto, anche l’imam di Genova Hussein Salah.

“‘impegno di Medici Senza Frontiere: una missione di salvezza e solidarietà”

La Geo Barents, con la sua ultima missione, ha portato a termine un’operazione di salvataggio fondamentale, dando un segnale concreto di solidarietà e sostegno ai migranti in fuga da situazioni di pericolo e difficoltà. ‘impegno di Medici Senza Frontiere nel Mediterraneo prosegue, con l’obiettivo di garantire soccorso e assistenza a chi cerca di raggiungere le coste europee in cerca di una nuova vita.

Copyright © 2023 Occhioche.it | Tutti i diritti riservati. Giornale Online di Notizie di KTP.agency | Email: info@ktp.agency | Questo blog non è una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001 | CoverNews by AF themes.