I migliori fritti e supplì a Roma: dove mangiarli e quale sono i 5 locali più conosciuti

Screenshot 2024 03 28 154034

La tradizione culinaria italiana è rinomata in tutto il mondo, e il fritto rappresenta una delle sue espressioni più deliziose. Tuttavia, friggere con maestria richiede un’abilità quasi artistica, capace di trasformare ingredienti semplici in veri e propri capolavori gastronomici. Esploriamo insieme i 5 migliori locali di Roma dove il fritto raggiunge l’apice della perfezione.

Mariuccia: l’essenza del fritto partenopeo in chiave moderna

Screenshot 2024 03 28 152904
Fonte Web-Mariuccia

In Piazza della Cancelleria, a due passi da Campo de’ Fiori, Mariuccia si erge come punto di riferimento per gli amanti della cucina partenopea. Questo ristorante pizzeria combina tradizione e innovazione, offrendo una vasta gamma di fritti, dalla frittatina di pasta alle montanarine, passando per pizze fritte e supplì rivisitati. La specialità? Il crocchettone, una lunga crocchetta di patate disponibile in diverse farciture, che fa di Mariuccia una meta imperdibile per chi cerca un’esperienza culinaria autentica e raffinata.

Romoletto: dove il fritto romano incontra la modernità

Screenshot 2024 03 28 152944
Fonte Web-Romoletto

Romoletto, situato in Piazza Campo de’ Fiori 47, è il luogo dove la cucina romana mostra il suo lato più verace. Qui, il supplì si fa ambasciatore del fritto capitolino, proposto in versioni classiche e innovative, come quella alla ‘nduja. I crocchettoni e le pizzottelle completano l’offerta, dimostrando come Romoletto sappia unire la tradizione alla modernità senza mai tradire l’essenza del vero fritto romano.

L’elementare: un’ode al supplì in tutte le sue forme

Screenshot 2024 03 28 153025
Fonte Web-L’Elementare

A Trastevere, in Via Benedetta 23, L’Elementare si distingue per la sua capacità di reinterpretare il supplì, elevandolo a protagonista indiscusso del menu. Dalle versioni più classiche a quelle più sorprendenti, come il supplì al telefono o quello “invertito”, ogni variante è una scoperta. La proposta di supplì stagionali dimostra l’attenzione di L’Elementare per l’innovazione, confermando il locale come punto di riferimento per gli amanti di questo iconico piatto romano.

Taverna cestia: il sapore del mare nel cuore di Roma

Screenshot 2024 03 28 153108
Fonte Web-Taverna Cestia

Taverna Cestia, in Viale della Piramide Cestia 71, è sinonimo di eccellenza per chi cerca il miglior fritto di mare a Roma. La maestria nella preparazione di alicette, moscardini e calamaretti fritti fa di Taverna Cestia una tappa obbligata per i buongustai. Il menu non trascura la tradizione romana, proponendo anche il supplì al telefono e il carciofo alla giudìa, in un perfetto equilibrio tra terra e mare.

Ecchice: la modernità incontra la tradizione

Screenshot 2024 03 28 153211
Fonte Web-Ecchice

In Via Baldassare Orero, zona Casalbertone, Ecchice rappresenta l’essenza della cucina di quartiere, con un occhio di riguardo verso la modernità. Qui, i moscardini fritti con paprika e miele e le alici fritte sono solo alcune delle proposte che rendono Ecchice un vero e proprio tesoro nascosto. La varietà dei fritti, che include anche fiori di zucca e polpettine di pesce, testimonia l’impegno del locale nel soddisfare i palati più esigenti.

Scopri altri locali straordinari e famosi per i loro fritti a Roma:

Screenshot 2024 03 28 153545
Fonte Web-Fritti Romani- Carciofi
  • Forno Campo de’ Fiori – Campo de’ Fiori: Sebbene sia famoso principalmente per la sua panificazione, offre anche fritti eccellenti come i filetti di baccalà, che sono un classico romano.
  • Sora Margherita – Piazza delle Cinque Scole, nel cuore del Ghetto: Questo piccolo e accogliente ristorante è conosciuto per i suoi piatti tradizionali ebraico-romani, inclusi fritti come i carciofi alla giudia e le polpette di baccalà.
  • Trapizzino – Diverse sedi in città: Inventore del “trapizzino”, una sorta di tramezzino con impasto di pizza, offre anche ottimi fritti, inclusi supplì e polpette di bollito, in un formato innovativo e gustoso.
  • Pizzeria Ai Marmi (Orto di Roma) – Viale Trastevere: Conosciuta anche come l’Obitorio per il suo arredo spartano, questa storica pizzeria è famosa per le sue pizze croccanti e i fritti tradizionali, come filetti di baccalà e supplì.
  • Dar Filettaro a Santa Barbara – Largo dei Librari, vicino Campo de’ Fiori: Specializzato in filetti di baccalà fritti, questo piccolo locale offre uno dei migliori esempi di questo piatto semplice ma delizioso, in un contesto quasi da “mangiatoia” tipicamente romano.
  • Supplì Roma – Via San Francesco a Ripa, Trastevere: Dedicato interamente all’arte del supplì, questo locale offre una varietà impressionante di versioni di questo amato antipasto romano, da quelle tradizionali a reinterpretazioni moderne.
  • Fritto Misto – Via dei Meli, San Lorenzo: Questo locale, nel vivace quartiere di San Lorenzo, si concentra sulla frittura in tutte le sue forme, offrendo un assortimento di opzioni che vanno dai classici romani a innovazioni creative.

In conclusione, Roma si conferma una capitale non solo storica e artistica, ma anche gastronomica. I locali selezionati rappresentano la punta di diamante di un’offerta culinaria che sa valorizzare al meglio l’arte del fritto, rendendo ogni visita un’esperienza indimenticabile per i sensi.

Contatti Agenzie Stampa:

killthepublic_

smmackstudio