Incendio ospedale: familiari denunciano morte per black out delle macchine

Incendio Ospedale Familiari D

Incendio ospedale: familiari denunciano morte per black out delle macchine - avvisatore.it

Incendio all’ospedale di Tivoli: una figlia in cerca di risposte

Barbara Ilari, figlia di Giuseppina Virginia Facca, una delle vittime dell’incendio scoppiato all’ospedale di Tivoli, ha espresso la sua preoccupazione riguardo alle cause della morte di sua madre. Durante un’intervista, ha sottolineato che la vita di sua madre era strettamente legata alla macchina che la teneva in vita, come le avevano sempre detto i medici. L’assenza di energia elettrica durante l’incendio potrebbe aver causato il malfunzionamento dei macchinari, portando alla morte di sua madre.

L’importanza dell’autopsia e le possibili cause della morte

Barbara si chiede quale sia l’utilità di un tossicologo per l’autopsia, considerando che le cause della morte potrebbero non essere legate solo al fumo, ma anche ad altri fattori come il black out. È preoccupata che la verità non emerga completamente. Inoltre, ipotizza che durante il caos dei soccorsi sia stata fatta una scelta di priorità sui pazienti, nonostante le abbiano assicurato che è stato tentato di rianimare sua madre.

La ricerca di risposte e la mancanza di chiarezza

Barbara Ilari è solo una delle persone che cercano risposte dopo l’incendio all’ospedale di Tivoli. Molti si chiedono come sia potuto accadere un disastro del genere in un luogo deputato alla cura e alla sicurezza dei pazienti. La mancanza di chiarezza sulle cause dell’incendio e sulle misure di sicurezza adottate ha alimentato la frustrazione e l’angoscia delle persone coinvolte. È fondamentale che venga fatta luce su quanto accaduto e che si adottino le misure necessarie per evitare che simili tragedie si ripetano in futuro.