Libertà vigilata per Ilaria Salis dopo 15 mesi di detenzione in Ungheria: la gioia della famiglia e la lotta continua

Liberta Vigilata Per Ilaria Sa

Libertà vigilata per Ilaria Salis dopo 15 mesi di detenzione in Ungheria: la gioia della famiglia e la lotta continua - Occhioche.it

Contesto: Ilaria Salis, una giovane donna italiana, è stata detenuta in un carcere ungherese per oltre 15 mesi con l’accusa di aver aggredito dei militanti di estrema destra. Recentemente, il tribunale ungherese ha concesso a Ilaria la libertà vigilata, una decisione che ha portato sollievo e gioia alla sua famiglia, ma anche la consapevolezza che la sua battaglia legale è tutt’altro che finita.

La reazione della famiglia: “Finalmente potremo riabbracciarla”

Il padre di Ilaria, Roberto Salis, ha espresso la sua emozione e felicità per la decisione del tribunale in un’intervista con l’ANSA. “Ilaria è entusiasta di poter finalmente uscire dal carcere e noi siamo felicissimi di poterla finalmente riabbracciare”, ha dichiarato Roberto. Tuttavia, ha anche sottolineato che la situazione non è ancora completamente risolta, aggiungendo “Non è ancora fuori dal pozzo, ma sarà sicuramente molto bello poterla riabbracciare dopo 15 mesi, anche se finché è in Ungheria io non mi sento del tutto tranquillo”.

La famiglia di Ilaria ha dovuto affrontare una lunga e difficile battaglia per ottenere la sua liberazione. La detenzione di Ilaria in Ungheria, lontano dalla sua famiglia e dalle sue radici, ha solo aumentato la loro preoccupazione e il loro desiderio di riportarla a casa. La decisione del tribunale di concedere la libertà vigilata è un importante passo avanti, ma la famiglia rimane vigile e determinata a continuare a lottare per la giustizia di Ilaria.

La lotta continua: il commento degli avvocati di Ilaria

Mauro Straini ed Eugenio Losco, i due legali italiani di Ilaria Salis, hanno espresso la loro soddisfazione per la decisione del tribunale, ma hanno anche sottolineato che la battaglia legale di Ilaria è tutt’altro che finita. “Siamo molto soddisfatti, finalmente finisce questo incubo per Ilaria ma la sua battaglia continua”, hanno dichiarato in un’intervista.

‘accusa di aver aggredito dei militanti di estrema destra pesa ancora su Ilaria, e i suoi avvocati sono determinati a dimostrare la sua innocenza. La libertà vigilata è un passo importante verso la libertà totale, ma c’è ancora molta strada da fare. Gli avvocati di Ilaria stanno lavorando instancabilmente per preparare la sua difesa e per garantire che i suoi diritti siano pienamente tutelati nel corso del processo.

La lotta per la giustizia di Ilaria Salis è una lotta per i diritti umani fondamentali, tra cui il diritto alla libertà e ad un processo equo. La sua storia ci ricorda l’importanza di lottare per questi diritti, anche quando la strada è lunga e difficile. Siamo lieti di vedere che Ilaria è un passo più vicina alla libertà, e continueremo a seguire la sua storia e la sua lotta per la giustizia.

Copyright © 2023 Occhioche.it | Tutti i diritti riservati. Giornale Online di Notizie di KTP.agency | Email: info@ktp.agency | Questo blog non è una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001 | CoverNews by AF themes.