Pg Milano respinge richiesta di estradizione per Marchesi all’Ungheria

Pg Milano respinge richiesta di estradizione per Marchesi all'Ungheria - avvisatore.it

Il sostituto pg di Milano ribadisce: Gabriele Marchesi non deve essere consegnato all’Ungheria

Il sostituto procuratore generale di Milano, Giulio Benedetti, ha ribadito oggi in udienza che Gabriele Marchesi, 23enne ai domiciliari su mandato d’arresto europeo, non deve essere consegnato all’Ungheria. Marchesi è accusato di aver aggredito dei neonazisti a Budapest poco più di un anno fa, in concorso con Ilaria Salis. Al contrario, Benedetti sostiene che Marchesi debba essere scarcerato.

Udienza in corso davanti alla quinta penale della Corte d’Appello di Milano

L’udienza si sta svolgendo davanti alla quinta sezione penale della Corte d’Appello di Milano. Marchesi è presente in aula insieme ai suoi avvocati, Eugenio Losco e Mauro Straini. Il sostituto pg Cuno Tarfusser aveva già espresso la sua richiesta di negare il trasferimento il 29 novembre scorso.

La richiesta di scarcerazione di Gabriele Marchesi

Il sostituto pg di Milano, Giulio Benedetti, ha sostenuto che Gabriele Marchesi non dovrebbe essere consegnato all’Ungheria, ma dovrebbe essere scarcerato. Secondo Benedetti, non ci sono prove sufficienti per giustificare la consegna di Marchesi alle autorità ungheresi. Inoltre, il sostituto pg ha evidenziato che Marchesi è ai domiciliari da un anno e che non rappresenta una minaccia per la società.

In risposta alla richiesta di scarcerazione, il giudice ha deciso di prendere in considerazione le argomentazioni presentate dal sostituto pg e dai legali di Marchesi. La decisione finale sulla consegna o sulla scarcerazione di Marchesi verrà presa in un secondo momento.

Secondo l’accusa, Gabriele Marchesi e Ilaria Salis avrebbero partecipato a un’aggressione ai danni di neonazisti a Budapest. Tuttavia, la difesa di Marchesi sostiene che non ci sono prove concrete a sostegno di queste accuse e che Marchesi è stato coinvolto in un incidente senza alcuna intenzione premeditata di causare danni.

In conclusione, l’udienza in corso presso la Corte d’Appello di Milano sta valutando la richiesta di scarcerazione di Gabriele Marchesi, che è attualmente ai domiciliari su mandato d’arresto europeo. Il sostituto pg di Milano, Giulio Benedetti, ha ribadito che Marchesi non deve essere consegnato all’Ungheria, ma deve essere scarcerato. La decisione finale sulla consegna o sulla scarcerazione di Marchesi verrà presa in un secondo momento.