Preside Paolo Auricchia: polemiche per un commento fuori luogo

Preside Paolo Auricchia Polem

Preside Paolo Auricchia: polemiche per un commento fuori luogo - Occhioche.it

Il post incendiario del preside Paolo Auricchia del liceo Vieusseux di Imperia ha scatenato una tempesta di polemiche. Le sue parole sprezzanti riguardanti un’assistente di linea coinvolta in un incidente durante una partita di calcio hanno scosso il mondo scolastico e politico.

La reazione degli studenti: protesta e richieste di dimissioni

Gli studenti del liceo Vieusseux non hanno tardato a mostrare il loro dissenso verso le parole del preside. Indignati, hanno organizzato un corteo pacifico per chiedere le dimissioni di Auricchia. La manifestazione, che ha preso il via davanti alla scuola, si è poi spostata sotto il provveditorato e infine davanti al Comune. Gli studenti ritengono che le dichiarazioni del preside siano inaccettabili e meritino una risposta decisa.

Laura Amoretti: la richiesta di scuse formali

Anche la consigliera regionale di parità Laura Amoretti ha preso posizione contro il preside Auricchia. In un documento ufficiale, ha esortato il dirigente scolastico a presentare delle scuse esplicite e formali a tutte le ragazze iscritte al Liceo Vieusseux, così come ai loro insegnanti. Amoretti ha sottolineato l’importanza di valorizzare le capacità e le competenze delle donne e ha chiesto al preside di fare ammenda per le sue affermazioni offensive.

Le lezioni di emancipazione ignorate dal preside

Laura Amoretti ha ricordato con amarezza la presenza del preside Auricchia durante l’evento ‘Pillole di Emancipazione: parole e musica’, organizzato dagli studenti. Un’occasione persa, secondo la consigliera, per riflettere sui temi della parità di genere e dell’empowerment femminile. Amoretti ha evidenziato la contraddizione tra l’atteggiamento del preside e gli argomenti trattati dagli studenti, sottolineando la necessità di un cambiamento di mentalità all’interno dell’istituzione scolastica.

In chiusura, le richieste di scuse e di dimissioni nei confronti del preside Auricchia si fanno sempre più pressanti, alimentando un dibattito acceso sulla sensibilità e la consapevolezza necessarie nella gestione di situazioni delicate e temi sensibili.