Problemi informatici ostacolano il conteggio delle preferenze a Roma: il sindaco Gualtieri annuncia indagini interne

Problemi Informatici Ostacolan

Problemi informatici ostacolano il conteggio delle preferenze a Roma: il sindaco Gualtieri annuncia indagini interne - Occhioche.it

Contesto: Un grave problema informatico ha rallentato il processo di conteggio delle preferenze a Roma, causando ritardi e incertezza per alcuni candidati. Il sindaco Roberto Gualtieri ha confermato la situazione e ha ordinato verifiche interne per far luce sulla questione.

Sistema informatico in tilt: il conteggio delle preferenze a Roma subisce ritardi

Un imprevisto di natura informatica ha causato ritardi nel conteggio delle preferenze a Roma, suscitando preoccupazione e incertezza tra i candidati e l’opinione pubblica. Durante la notte, il sistema informatico incaricato di raccogliere e trasmettere i dati al Viminale ha subito un malfunzionamento a causa di un bug, impedendo così il regolare svolgimento delle operazioni.

Nonostante le firme e i dati siano stati già sottoposti a scrutinio e inviati al tribunale, il problema informatico ha ritardato il processo di immissione delle preferenze già verificate nel sistema digitale. Attualmente, l’inserimento dei voti di preferenza riguarda poco più di mille sezioni su un totale di 2.599, lasciando in sospeso la posizione di alcuni candidati.

Gualtieri: “Sarò severissimo, ho disposto verifiche interne”

Il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, ha affrontato la questione durante un’intervista in diretta su La7, confermando il problema informatico e annunciando misure immediate per far fronte alla situazione. “Ho disposto verifiche interne e sarò severissimo”, ha dichiarato il primo cittadino, sottolineando la gravità dell’accaduto e la necessità di individuare le cause del malfunzionamento.

‘incertezza riguarda in particolare quei candidati che si giocano l’elezione sul filo di lana, come ad esempio Marco Tarquinio del Partito Democratico. La loro posizione rimane in bilico a causa dei ritardi nel conteggio delle preferenze, aumentando la tensione in attesa dei risultati definitivi.

Mentre le operazioni di conteggio continuano a rilento, il sindaco Gualtieri e le autorità competenti stanno lavorando per risolvere il problema e garantire la trasparenza e l’affidabilità del processo elettorale. La situazione a Roma rimane sotto osservazione, nell’attesa che vengano chiariti i dettagli del malfunzionamento e che si possa giungere a una conclusione certa delle elezioni.