Tre minori accusati di attentato alla sicurezza sui binari della Circumesuviana

Tre Minori Accusati Di Attenta

Tre minori accusati di attentato alla sicurezza sui binari della Circumesuviana - Occhioche.it

Individuati dalla Polizia di Stato

Tre giovani sono stati accusati di aver messo a rischio la sicurezza dei passeggeri della Circumesuviana di Pompei, abbandonando deliberatamente oggetti sui binari. Gli agenti della Polizia di Stato, in un’operazione di sorveglianza, li hanno individuati mentre danneggiavano i sensori di una linea aerea della ferrovia, scambiandoli per telecamere. Dopo un braccio di ferro con le forze dell’ordine, i tre sono stati bloccati mentre tentavano di fuggire, mettendo fine alla loro pericolosa avventura.

Ripetuti atti vandalici e impulso di adrenalina

Dopo il primo gesto irresponsabile, i tre giovani avrebbero deciso di replicare il loro comportamento, attratti dall’eco mediatica generata dalla vicenda. Questo clamore avrebbe scatenato in loro una “scarica di adrenalina” che li avrebbe spinti a commettere nuovamente atti di vandalismo. Le età dei ragazzi coinvolti sono rispettivamente 16, 15 e 13 anni. Le accuse a loro carico includono attentato alla sicurezza dei trasporti e danneggiamento, reati che sono stati presi molto seriamente dalle autorità competenti.