Accordo Italia-Albania migranti: Opposizioni scrivono al presidente della Camera

Accordo Italia Albania Migrant Scaled 1

Tutte le opposizioni chiedono l’esame dell’accordo Italia-Albania sulle migrazioni in Parlamento

Tutte le opposizioni hanno inviato una lettera al presidente della Camera, Lorenzo Fontana, per richiedere che l’accordo tra Italia e Albania sulla gestione dei flussi migratori sia sottoposto all’esame dell’Aula. La lettera, firmata da Chiara Braga del Pd, Francesco Silvestri dei 5 Stelle, Riccardo Magi di Più Europa, Matteo Richetti di Azione e Luana Zanella di Verdi e Sinistra, sottolinea l’importanza che l’accordo venga discusso in Parlamento, in conformità all’articolo 80 della Costituzione, e che tutti i parlamentari abbiano accesso al testo completo dell’accordo.

Le opposizioni chiedono quindi al presidente della Camera di garantire che l’accordo venga trasmesso alle Camere e che le prerogative del Parlamento siano pienamente rispettate. Nella lettera si fa riferimento alla richiesta avanzata durante la riunione della Conferenza dei presidenti di gruppo, in cui si è discusso dell’accordo tra il governo italiano e quello albanese riguardante migranti e richiedenti asilo.

La commissaria Johansson: l’accordo Italia-Albania non viola il diritto dell’UE

La commissaria agli Affari Interni Ylva Johansson ha commentato l’accordo tra Italia e Albania sulla gestione dei flussi migratori durante una conferenza stampa a Bruxelles. Secondo una “valutazione preliminare” dei servizi giuridici della Commissione Europea, l’accordo “non viola il diritto dell’UE”, ha affermato Johansson. Ha inoltre precisato che l’accordo è al di fuori del diritto dell’UE.