Allerta meteo a Milano: la vasca di Niguarda al limite, il Seveso minaccia di esondare

Allerta Meteo A Milano La Vas

Allerta meteo a Milano: la vasca di Niguarda al limite, il Seveso minaccia di esondare - Occhioche.it

La vasca di Milano non basta, servono tutte le vasche per proteggere i quartieri

Sono quasi le 17 dopo una giornata di pioggia intensa e continua a Milano. La vasca di Niguarda, costruita per contenere le piene del fiume Seveso, è ormai completamente piena e a breve il fiume potrebbe esondare, allagando ancora una volta i quartieri della città.

Lo ha detto in un video l’assessore alla Sicurezza del Comune di Milano, Marco Granelli, che ha parlato dell’allerta meteo in città e della situazione critica in cui si trova la vasca di Niguarda.

“Abbiamo cercato di tenere il più possibile, ma ormai la vasca è completamente piena e a breve il Seveso esonderà a Niguarda”, ha detto Granelli. “Questo perché, come abbiamo sempre detto, una vasca da sola non basta. Servono tutte le vasche, quella di Senago, quella di Lentate, quella di Paderno-Varedo. Dobbiamo fare in fretta, fare tutte le vasche, perché i quartieri di Milano devono vivere tranquilli.”

La vasca di Niguarda è stata costruita nel 2013 per contenere le piene del fiume Seveso, che negli ultimi anni hanno causato numerose alluvioni e danni ai quartieri della città. Tuttavia, come ha sottolineato Granelli, la vasca da sola non è sufficiente a proteggere la città dalle piogge intense e continue come quelle di oggi.

Per questo motivo, il Comune di Milano ha chiesto a Regione Lombardia di accelerare la costruzione delle altre vasche di laminazione previste dal piano di tutela delle acque, che serviranno a contenere le piene dei fiumi e a proteggere i quartieri della città.

Nel frattempo, però, la situazione a Niguarda rimane critica e il rischio di esondazione del Seveso è sempre più alto. Le autorità stanno monitorando costantemente la situazione e invitano i cittadini a prestare la massima attenzione e a seguire le indicazioni delle autorità.

“La vasca di Milano ha protetto la giornata di oggi, ma da sola non basta,” ha concluso Granelli. “Dobbiamo fare tutti insieme, Comune, Regione, cittadini, per proteggere la nostra città e i nostri quartieri dalle piogge intense e dalle alluvioni.”

Allerta meteo a Milano: la vasca di Niguarda al limite, il Seveso minaccia di esondare

Le autorità monitorano la situazione e invitano i cittadini a prestare attenzione

La situazione a Niguarda, quartiere di Milano a rischio di esondazione del fiume Seveso, rimane critica dopo una giornata di pioggia intensa e continua. La vasca di laminazione, costruita per contenere le piene del fiume, è ormai completamente piena e a breve il Seveso potrebbe esondare, allagando ancora una volta i quartieri della città.

‘assessore alla Sicurezza del Comune di Milano, Marco Granelli, ha lanciato un allarme sulla situazione critica in cui si trova la vasca di Niguarda, sottolineando come una vasca da sola non sia sufficiente a proteggere la città dalle piogge intense e continue come quelle di oggi.

Per questo motivo, il Comune di Milano ha chiesto a Regione Lombardia di accelerare la costruzione delle altre vasche di laminazione previste dal piano di tutela delle acque, che serviranno a contenere le piene dei fiumi e a proteggere i quartieri della città.

Nel frattempo, però, la situazione a Niguarda rimane critica e il rischio di esondazione del Seveso è sempre più alto. Le autorità stanno monitorando costantemente la situazione e invitano i cittadini a prestare la massima attenzione e a seguire le indicazioni delle autorità.

In particolare, la Protezione Civile di Milano ha diramato un’allerta meteo arancione per la giornata di oggi, invitando i cittadini a prestare attenzione ai sottopassi, alle zone a rischio esondazione e a limitare gli spostamenti in auto. Inoltre, sono state chiuse diverse strade e sottopassi in città, per evitare il rischio di allagamenti e incidenti.

vigili del fuoco e la polizia locale stanno lavorando senza sosta per garantire la sicurezza dei cittadini e per intervenire tempestivamente in caso di emergenza. Tuttavia, la situazione rimane critica e il rischio di esondazione del Seveso è sempre più alto.

“Dobbiamo fare tutti insieme, Comune, Regione, cittadini, per proteggere la nostra città e i nostri quartieri dalle piogge intense e dalle alluvioni,” ha detto Granelli. “La vasca di Milano ha protetto la giornata di oggi, ma da sola non basta. Dobbiamo fare in fretta, fare tutte le vasche, perché i quartieri di Milano devono vivere tranquilli.”

cittadini, dal canto loro, possono contribuire a limitare il rischio di allagamenti e danni causati dalle piogge intense, adottando alcune semplici misure di prevenzione. In particolare, è importante pulire regolarmente le griglie dei tombini e le caditoie, per evitare che si intasino con foglie e rifiuti e che l’acqua piovana non possa defluire correttamente. Inoltre, è importante evitare di abbandonare rifiuti nelle strade e nei parchi, perché possono ostacolare il deflusso dell’acqua piovana e causare allagamenti.

La situazione a Niguarda e a Milano rimane critica dopo una giornata di pioggia intensa e continua. Le autorità stanno monitorando costantemente la situazione e invitano i cittadini a prestare la massima attenzione e a seguire le indicazioni delle autorità. Tuttavia, la prevenzione e la collaborazione di tutti sono fondamentali per limitare il rischio di allagamenti e danni causati dalle piogge intense e per proteggere la nostra città e i nostri quartieri.

Copyright © 2023 Occhioche.it | Tutti i diritti riservati. Giornale Online di Notizie di KTP.agency | Email: info@ktp.agency | Questo blog non è una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001 | CoverNews by AF themes.