Arrestato nigeriano per rapina e violenza sessuale a Garbatella

Arrestato Nigeriano Per Rapina

Arrestato nigeriano per rapina e violenza sessuale a Garbatella - avvisatore.it

Arrestato 32enne nigeriano per violenza sessuale e rapina a Roma

La Polizia di Roma ha arrestato un 32enne nigeriano sospettato di violenza sessuale aggravata e rapina. L’arresto è stato eseguito in seguito a un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip. L’uomo è accusato di aver commesso i reati il 30 settembre 2022 ai danni di una donna nella zona di Garbatella. È importante sottolineare che il sospettato era già detenuto nel carcere di Velletri per altri motivi.

Durante le indagini, gli investigatori della Squadra Mobile di Roma hanno notato delle somiglianze significative tra il modus operandi utilizzato nei due episodi. Grazie alla collaborazione delle vittime e alle perizie svolte dalla Polizia Scientifica, è stato possibile attribuire entrambi gli episodi all’indagato. Questo ha portato alla conclusione che il 32enne nigeriano sia responsabile sia dell’aggressione avvenuta a settembre 2022 che dello stupro di una 19enne in un casolare ad Anzio il 12 maggio scorso.

Analogie tra i due casi confermano l’identità del sospettato

Le indagini condotte dalla Polizia di Roma hanno evidenziato delle analogie significative tra i due casi. Queste somiglianze sono state fondamentali per collegare i due episodi all’indagato. La collaborazione delle vittime e le perizie svolte dalla Polizia Scientifica hanno fornito prove concrete che hanno permesso di attribuire entrambi gli attacchi al 32enne nigeriano.

La collaborazione delle vittime e le perizie svolte dalla Polizia Scientifica sono state fondamentali per l’identificazione del sospettato

La collaborazione delle vittime è stata fondamentale per le indagini condotte dalla Polizia di Roma. Grazie alla loro testimonianza e alla preziosa collaborazione con gli investigatori, è stato possibile ricostruire il modus operandi dell’indagato e raccogliere prove concrete per attribuirgli le responsabilità dei due episodi. Inoltre, le perizie svolte dalla Polizia Scientifica hanno fornito ulteriori elementi che hanno confermato l’identità del sospettato.

Le indagini sono state condotte con grande professionalità e determinazione, dimostrando l’importanza della collaborazione tra le forze dell’ordine e le vittime per garantire giustizia e sicurezza nella società.