“Bimbi di Gaza, inclusione a Bologna: la più giovane ha 14 mesi”

22Bimbi Di Gaza Inclusione A B

"Bimbi di Gaza, inclusione a Bologna: la più giovane ha 14 mesi" - avvisatore.it

Quattro bambini feriti dalle bombe a Gaza ricoverati al Rizzoli di Bologna

Sono arrivati questa mattina a La Spezia con la nave Vulcano, che li ha soccorsi, quattro bambini feriti dalle bombe a Gaza. Ora sono ricoverati al Rizzoli di Bologna, dove riceveranno le cure necessarie. La più piccola di loro ha appena 14 mesi, mentre gli altri hanno tra i 4 e i 7 anni. Tre dei bambini sono accompagnati dalle rispettive madri, mentre la più piccola è stata accolta da una parente e dai suoi figli. Le condizioni fisiche e psicologiche di tutti e undici i pazienti sono evidenti, sottolinea il personale sanitario.

Accoglienza e supporto per i bambini e le loro famiglie

Dopo dieci giorni di viaggio in mare a bordo della nave della marina militare, i piccoli pazienti e i loro familiari sono stati accolti da una colonna sanitaria composta da otto mezzi e venti operatori della Croce Rossa Italiana. Il team era composto da infermieri, medici, psicologi, mediatori culturali e autisti. L’operazione è stata coordinata con la Prefettura di Bologna, la sala operativa nazionale della Croce Rossa Italiana, la centrale operativa unificata Inter-H e 118, l’Irccs Istituto Ortopedico Rizzoli e l’assessorato alle politiche per la Salute della Regione Emilia-Romagna. Al loro arrivo al Rizzoli, i pazienti e le loro famiglie sono stati accolti dal direttore generale Anselmo Campagna, dalla direttrice sanitaria Viola Damen, dal direttore dell’ortopedia pediatrica Gino Rocca e dal personale del reparto.

Un impegno concreto per la salute dei bambini

L’arrivo dei bambini feriti dalle bombe a Gaza al Rizzoli di Bologna rappresenta un impegno concreto per garantire loro le cure necessarie. Come sottolineato dal personale sanitario, i pazienti si trovano in evidente fragilità fisica e psicologica. Saranno valutate e trattate le fratture di femore e tibia di due dei bambini, mentre il terzo presenta esiti di trauma da scoppio. L’obiettivo principale è quello di fornire loro il supporto medico e psicologico di cui hanno bisogno per affrontare questa difficile situazione. L’arrivo dei bambini e il loro ricovero al Rizzoli dimostrano l’importanza di un’assistenza sanitaria efficace e umanitaria, che si impegna a garantire il benessere dei più piccoli in situazioni di emergenza.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Copyright © 2023 Occhioche.it | Tutti i diritti riservati. Giornale Online di Notizie di KTP.agency | Email: info@ktp.agency | Questo blog non è una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001 | CoverNews by AF themes.